Eventi e personaggi del Risorgimento: tema

Appunto inviato da io16
/5

Tema storico svolto sugli eventi e sui personaggi principali del Risorgimento italiano (2 pagine formato doc)

EVENTI E PERSONAGGI DEL RISORGIMENTO: TEMA

Tema storico: Racconta eventi e grandi figure del nostro Risorgimento.

In Italia usiamo la parola Risorgimento per indicare il processo storico che dal Congresso di Vienna ha portato all’Unità d’Italia.
Le grandi figure che hanno caratterizzato questo periodo sono soprattutto patrioti ce avevano come obiettivo l’indipendenza, l’unità nazionale e lo sviluppo economico e sociale della patria.
Gli eventi che hanno caratterizzato la storia dal 1814 al 1861 sono molti. Per prima cosa nacquero delle società segrete come la Carboneria i cui seguaci cospiravano contro i sovrani dei vari Stati in cui era suddivisa l’Italia e nel 1820-1821 scoppiarono i primi moti di insurrezione a Napoli, Palermo, Torino e Milano seguiti da quelli di Modena, Ducato di Parma Bologna e alcune zone dello stato Pontificio nel 1831.

I moti Carbonari però non ebbero successo e molti patrioti furono condannati. Tra questi, ci fu Silvo Pellico, arrestato a Milano dal governo austriaco. Durante la sua prigionia scrisse “Le mie prigioni”. Un diario che descriveva il carcere duro e che contribuì a farne un eroe in Italia e anche a far crescere l’amore per la patria ed il senso di patriottismo negli Italiani.

I protagonisti del Risorgimento italiano

RISORGIMENTO ITALIANO: PERSONAGGI

Uno dei personaggi principali del Risorgimento è stato Giuseppe Mazzini. Egli credeva nella Repubblica in cui tutti, senza distinzione di ceto, fossero uguali, liberi e sovrani. Nel 1831 creò una società “la Giovine Italia” che organizzò varie insurrezioni. Secondo Mazzini l’Italia non doveva essere divisa in diversi stati, ma unita per essere forte contro le altre nazioni.
Tra gli iscritti alla “Giovine Italia” c’era Vincenzo Gioberti che capì che le idee di Mazzini spaventavano i borghesi ed il clero e che, quindi, sarebbe stato più facile unire il popolo facendo una Confederazione di Stati presieduta da Papa (neoguelfismo).
Tra il 1847 e il 1848 Papa Pio IX concesse libertà di stampa e amnistia ai prigionieri politici e il Granduca di Toscana Leopoldo II fece riforme in campo agricolo e industriale e concesse maggiore libertà di stampa.

RISORGIMENTO ITALIANO: SIGNIFICATO

Nel 1848, in seguito a questi segnali di apertura, ci furono nuovi moti insurrezionali a Palermo, Napoli, Torino, Venezia, in Toscana e a Roma ed i re furono costretti a concedere la Costituzione. A Milano il popolo combatté da 18 al 22 marzo (l famose Cinque giornate di Milano), fin quando gli Austriaci non si rifugiarono nella loro fortezza. Nel Regno di Sardegna, Carlo Alberto di Savoia promulgò lo Statuto Albertino in cui si affermava che nel regno la religione ufficiale era cattolica, il monarca aveva potere esecutivo, il potere legislativo era esercitato dal re e dalle due camere del Parlamento e, infine si garantiva alcuni diritti dell’uomo.