I ragazzi che si amano di Jacques Prevért: commento

Appunto inviato da lollipop47
/5

Commento alla poesia dell'autore francese Jacques Prévert: I ragazzi che si amano (1 pagine formato doc)

I RAGAZZI CHE SI AMANO: COMMENTO

Commento della poesia “I ragazzi che si amano” di Jacques Prévert.

La poesia anticipa già nel titolo l’argomento trattato: l’amore giovanile e il rapporto degli innamorati con la realtà.
    Il linguaggio utilizzato dal poeta è semplice e quotidiano, per questo motivo la lirica tocca emotivamente il lettore fin dalla prima lettura. Prévert non utilizza una metrica tradizionale (il testo  è in versi liberi) né la punteggiatura, ma nonostante ciò, i versi si susseguono con un ritmo molto piacevole.

    L’anafora di I ragazzi che si amano enfatizza secondo me la differenza tra il primo amore giovanile e l’amore più “maturo” tra due persone adulte. L’amore tra ragazzi è infatti più leggero, senza pretese, trasparente. Al verso due la metafora le porte della notte evoca una prima immagine di portoni chiusi la notte, ma allo stesso tempo anche la chiusura morale della gente verso la dolcezza dei giovani innamorati.
Il componimento si regge sulla contrapposizione - espressa senza enfasi ma con gioiosa partecipazione - fra "i ragazzi che si amano", estraniati dal mondo e dimentichi di tutto, e "i passanti" avvolti nella loro banale quotidianità. I giovani innamorati, infatti, contengono conto del parere della gente per strada, perché sono immersi in un modo del tutto estraneo a coloro che stanno loro intorno.
Si potrebbe pensare che i passanti giudichino malamente i ragazzi che si baciano, poiché, tenendo conto che la poesia è del 1945, stanno compiendo un atto che non rispetta la morale di quei tempi, dove l’amore non era qualcosa di totalmente libero. Tuttavia, l’autore parla della reazione dei passanti come un gesto di gelosia, d’invidia verso la spensieratezza dell’amore giovanile di cui loro hanno probabilmente nostalgia. Ma un adulto, malgrado sia stato ragazzo, non può più capire bene che cosa si provi durante i primi amori giovanili; questo è il motivo per cui, spesso, si afferma di disprezzare cose che in realtà non conosciamo.

Jacques Prévert: poesie d'amore

I RAGAZZI CHE SI AMANO NON CI SONO PER NESSUNO

I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno, non vogliono essere strappati dal sogno che allo stesso tempo è la realtà che stanno vivendo. Gli innamorati vivono il loro amore speciale e coinvolgente quasi in un mondo parallelo, inaccessibile a chiunque altro: sono altrove lontano, più in alto del giorno, nella luce accecante del loro primo amore.