Canto 6 Purgatorio: attualità

Appunto inviato da angelvoice
/5

Commento personale sul sesto canto del Purgatorio di Dante Alighieri della Divina commedia (2 pagine formato doc)

CANTO 6 PURGATORIO

Riflessione su un particolare che mi ha colpito riferito al “Canto VI” del Purgatorio. L’abbraccio di Sordello da Goito e Virgilio, manifestazione di intenso affetto per la patria comune, scatena in Dante l’invettiva contro l’Italia che è definita nave senza pilota, luogo di corruzione e lacerata da lotte intestine.


Tra le numerosi tratti negative enunciati e descritti dal poeta mi ha colpito soprattutto quello tra i vv 88…90
“Che val perché ti racconciasse il freno
Iustiniano, se la sella è vota?
Sanz’esso fora la vergogna meno”

Canto 6 Purgatorio: riassunto

GIUSTINIANO CANTO 6 PURGATORIO

Egli si chiede a che cosa servì che Giustiniano abbia restaurato per l’Italia il freno delle leggi, se manca in sella il cavaliere ed afferma che la vergogna sarebbe minore se queste leggi non esistessero.
Attualmente l’Italia è il paese con più leggi che vengono promulgate quotidianamente.
Il problema non sta tanto nelle leggi, che anzi, derivate dai Romani e sono lo spunto per molti altri paesi democratici oltre al nostro, ma nell’attuazione delle tali e la mancanza di senso civico da parte di chi le deve rispettare.
L'apparato statale fa tante, troppe leggi, moltissime delle quali impossibili da rispettare, altrettante impossibili da far controllare, e altrettante ancora fatte al solo scopo di opprimere burocraticamente il cittadino.
Troppe leggi e pochi controlli (rispetto a quelli che realmente servono) fanno sì che l'italiano medio non sia tenuto nel proprio paese a rispettare le regole, ma a farsele da solo.
Il controllo sociale dei cittadini fra i cittadini non è efficace perché l’italiano medio pensa solo al tornaconto personale.
“Se lui è passato avanti nella fila, allora posso farlo anch'io”
“Se lui evade le tasse, allora c'è qualche cavillo che le può far evadere anche a me”.

Purgatorio: Canto 1: testo, parafrasi e figure retoriche | Canto 3: testo, parafrasi e figure retoriche | Canto 4: testo, parafrasi e figure retoriche | Canto 5: testo, parafrasi e figure retoriche | Canto 6: testo, parafrasi e figure retoriche | Canto 11: testo, parafrasi e figure retoriche | Canto 21: testo, parafrasi e figure retoriche

CANTO 6 PURGATORIO: ATTUALITA'

L’apparato della giustizia in Italia è lentissimo, Milioni di procedimenti pendenti, tribunali sovraccarichi, carenza di personale: l’Italia ricopre il 151esimo posto nella classifica internazionale sull’efficienza dei sistemi di giustizia del mondo .
Per non parlare dei cattivi esempi dati dai rappresentanti dei cittadini che in teoria dovrebbero dare il buon esempio a tutti, ma che in pratica utilizzano a proprio piacimento le leggi e che peggiorano la situazione che già c’è in Italia: vedi il rapporto tra Stato e Camorra sui rifiuti in Campania.
Il benessere sociale è questo sconosciuto, la collettività, la partecipazione civica, concetti astratti.
E’ un grande conflitto tra istituzioni e popolo non fa che peggiorare la situazione: tutto quello che fanno le istituzioni è sbagliato secondo il popolo, e tutto quello che fa il popolo è sbagliato secondo le istituzioni.

Canto 6 Purgatorio: parafrasi

 

.