Riflessioni riguardanti "I Sepolcri" di Ugo Foscolo

Appunto inviato da misslucry91
/5

Svolgimento del tema. Analisi e riflessioni de I Sepolcri di Ugo Foscolo (2 pagine formato doc)

TEMA
MEDITAZIONI INTORNO AI “SEPOLCRI” DI UGO FOSCOLO
In questo Carme vi è tutto il Foscolo: l’amore per la famiglia divinamente cantato nel sonetto: “In morte del fratello Giovanni” dà vita qui alle tenere immagini dell’amico estinto riverente con noi; della donna amorosa, che prega pace ai perduti, delle madri proteggenti con le nude braccia il caro lattante.
Lo spirito guerriero che gli ruggiva dentro, evoca qui l’ammirabile quadro della battaglia di Maratona; lo spirito di satira amara, che dettava al poeta l’Hypercalypsis contro i letterati corrotti, ispira qui i pungentissimi versi contro gli italiani che sopportano passivamente la loro servitù.


Il generoso sentimento civile che ispira il Carme, ha qualche volta un impeto lirico che canta il lettore.
I Sepolcri, quantunque ispirati ai ricordi classici e fragranti del profumo dell’arte antica, riescono efficaci sia a persuadere, sia a commuovere; parlano al cuore, perché in essi palpita un cuore sincero, e parlano all’intelletto per la logica profondità delle idee.
La potenza plastica dell’arte fi Foscolo si rivela in immagini mirabili come quella delle ore danzanti, che, quantunque deridano alcuni, ricorda le preziosi incisioni greche; come quella della tomba consolata dall’ombrosa frescura dell’albero fiorito; come l’altra del perdono di Dio, dalle grandi ali aperte; che rammenta l’ombra de le sacre penne di Dante; come infine quella delle madri che proteggono con le braccia nude il capo del bambino. 


.