L’umanità e la felicità

Appunto inviato da drinkas
/5

Breve commenta al seguente pensiero di Russel: “L’umanità è divenuta ormai una famiglia così unita che non possiamo garantire la nostra prosperità se non garantendo quella del nostro prossimo. Se volete essere felici, dovete cercare di far felici anche gli altri.” (1 pagine formato doc)

Non condivido pienamente il pensiero che Russel espone in queste righe. Credo infatti che la nostra felicità e il nostro stato d'animo, per quanto possano essere influenzati da persone, situazioni e agenti esterni, sono nati, nascono e potranno continuare a nascere soltanto dentro di noi.
Ogni persona che sia in uno stato d'apertura o di ottimismo verso se stessa e la propria vita, può trovare la felicità anche senza l'appoggio di altri.

Io credo che il proprio benessere debba essere ricercato in sé stessi. Il buon stato degli altri può essere un ottimo spunto per stimolare quella felicità che sempre avrà origine dentro di noi e soprattutto, avrà origine se noi lo vogliamo.

.