Saggio breve sul progresso tecnico-scientifico

Appunto inviato da gracemeda
/5

Il progresso tecnico-scientifico: saggio breve svolto sui vantaggi e svantaggi del progresso (3 pagine formato doc)

SAGGIO BREVE SUL PROGRESSO TECNICO-SCIENTIFICO

AMBITO: tecnico-scientifico
TIPOLOGIA: saggio breve
DESTINAZIONE: fascicolo scolastico di ricerca e documentazione
TITOLO: Progresso tecnico-scientifico: un bene o un male?

Tema sul progresso scientifico e tecnologico

PROGRESSO SCIENTIFICO E TECNOLOGICO PRO E CONTRO

Da secoli l’uomo si dedica alla ricerca alla quale indiscutibilmente è legato il progresso,tanto caro al genere umano.
I primi grandi ricercatori,come il grande Leonardo Da Vinci, ad esempio,erano perlopiù geni isolati,e quindi capaci di emergere dalla mediocrità generale,nonostante le più svariate difficoltà.
Con l’evolversi dei tempi le cose sono cambiate radicalmente,permettendo l’ampliarsi della ricerca.

Il progresso è stato infatti molto lento fino alla rivoluzione industriale quando si innescò una specie di reazione a catena estremamente positiva che condusse all’attuale situazione.
Mentre un tempo la ricerca e lo studio ai fini specialistici erano frutto esclusivamente delle iniziative dei singoli,oggi le maggiori aziende,gli enti,le associazioni,le università e lo stato li patrocinano in maniera tangibile.
Di conseguenza,il numero dei ricercatori è aumentato in maniera esponenziale,a tutto vantaggio del progresso,sotto ogni suo aspetto.
In tutti i campi il genere umano ha potuto compiere dei passi da gigante.

Testo argomentativo sullo sviluppo scientifico e tecnologico

PROGRESSO TECNOLOGICO VANTAGGI E SVANTAGGI

Le imprese spaziali,le scoperte scientifiche di ogni tipo,il miglioramento di tutti gli elettrodomestici,delle auto,dei materiali di qualsiasi tipo,sono frutto certamente di una superiore competenza tecnica.
Nonostante ciò,anche se la ricerca va considerata un fenomeno in continua espansione,rischia tuttavia di provocare sprechi inauditi.
Il fatto che siamo di fronte a un secolo caratterizzato dal progresso scientifico e tecnologico ha portato a “sottovalutare la nostra dipendenza dal mondo naturale”(State of the World 99).
In questi ultimi anni infatti si sente parlare più frequentemente del problema energetico;certo,non siamo con l’acqua alla gola,ma è importante trovare un’alternativa al petrolio,che,secondo gli studiosi,entro 20-30 anni entrerà in zona riserva.
Qualora l’energia dovesse cominciare a scarseggiare,i governi sarebbero costretti a un razionamento rigoroso,quindi non si potrebbero più usare le automobili,né gli aerei.
Insomma l’umanità è nei guai poiché “l’effetto combinato di aumento della popolazione,sovrasfruttamento delle risorse naturali,inquinamento produrrà una crisi su scala mondiale”(Enciclopedia Europea).
Gli scienziati si sono impegnati nella ricerca spasmodica di energie alternative,come quella solare,eolica,delle biomasse,geotermica,ma tutte comportano tali e tanti problemi tecnici da non risultare ancora economicamente e quantitativamente interessanti.

Tesina di maturità sul progresso

ASPETTI POSITIVI E NEGATIVI DEL PROGRESSO TECNOLOGICO

Qualche hanno fa ha suscitato molte speranze l’incredibile esperimento di due fisici statunitensi che attuarono in laboratorio la fusione nucleare a freddo.
Più recentemente è stata enfatizzata la portata di un altro esperimento,avvenuto in Inghilterra;era forse il primo passo verso la produzione a basso costo dell’energia pulita e inesauribile che dovrebbe cambiare il mondo,ma si tratta di una realtà che ancora una volta appartiene a un futuro non immediato.
Tuttavia,l’esperimento è una realtà confermata:il 9 novembre 1991,presso i laboratori di Culham,nei pressi di Oxford,è stata ottenuta,per la prima volta,una fusione termonucleare controllata che ha prodotto energia sufficiente per accendere 30.000 lampadine.
E pensare che circa due miliardi di poveri “non hanno elettricità e per cucinare ricorrono alla biomassa”(State of the World 99).