Solo e pensoso: commento e spiegazione

Appunto inviato da binna88
/5

Solo e pensoso: commento e spiegazione della poesia di Francesco Petrarca tratta dall'opera Il Canzoniere (2 pagine formato doc)

SOLO E PENSOSO: COMMENTO E SPIEGAZIONE

Commento di "Solo e pensoso" di Francesco Petrarca.

Questa poesia è tratta dall’opera “Il Canzoniere” di Francesco Petrarca; come tutti gli altri sonetti della raccolta è dedicata a Laura, la donna per la quale prova un profondo e perpetuo amore, che però non verrà mai corrisposto.
Nella prima strofa della poesia si distingue la solitudine di Petrarca, che lontano da Laura, sceglie di percorrere dei luoghi deserti per non incontrare esseri viventi che possano disturbare i suoi pensieri.
Mentre nella seconda quartina il poeta sembra abbia il timore che la gente scopra il suo stato d’animo che è privo di allegria, tanto è vero che il cantore rimarca di nuovo la sua paura che le persone possano leggere le sue angosce d’amore.

Solo e pensoso i più deserti campi: spiegazione

SOLO E PENSOSO: SPIEGAZIONE

Nella prima terzina Petrarca si rivolge alla natura e pensa che anche i monti, le pianure, i fiumi e i boschi conoscano la sua vita che invece è nascosta agli altri uomini. Infine l’ultima considerazione del poeta, il quale non riesce a trovare percorsi aspri e così tortuosi da non permettere all’amore comunque di perseguitarlo.
Dal mio punto di vista, in poche e precise frasi il poeta spalanca il mondo nascosto della nostra solitudine.

Il dolore diventa arte nella ricchezza delle aggettivazioni  delle situazioni. E tutto è preciso, puntuale, come in una magica, grande rappresentazione pittorica, monumento nella storia della nostra letteratura e dell’essere umano. Questa poesia è modernissima per il tema trattato, per la delicatezza delle parole, per la speranza che solo l’amore può venirci in aiuto e risollevarci a farci partecipe delle bellezze della vita.

Solo e pensoso: commento, analisi e spiegazione

FRANCESCO PETRARCA SOLO E PENSOSO

Inoltre credo che sia perfetta la composizione delle parole, dei verbi e degli aggettivi, che hanno un ruolo fondamentale per la costruzione del sonetto.
Infine penso che sia opportuno sottolineare ancora una volta la straordinaria capacità letteraria del cantore Francesco Petrarca, che è considerato e conosciuto da tutti nel mondo come uno dei più grandi
poeti mai esistiti, che è riuscito grazie a questa bellissima opera a trasmettermi sensazioni ed emozioni mai provate prima.