I diritti dei bambini

Appunto inviato da raffaellapetrillo
/5

Elaborato con considerazioni personali e rifermenti a studi pedagogici e psicologici sui diritti dei minori nel mondo odierno (3 pagine formato doc)

Diritti

Una delle maggiori priorità è quella di tutelare e proteggere bambini e ragazzi
mediante dei diritti sociali che vengano riconosciuti dagli stati, ed è sulla base di questo principio che sono state redatte diverse Carte dei diritti l'ultima delle quali si chiama Convenzione internazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, ed è entrata in vigore nel 1989.
Questo documento è tuttora il trattato più completo e concreto in materia di diritti in quanto non solo stabilisce i diritti inviolabili di tutti i minori di 18 anni ma fornisce anche gli strumenti e i suggerimenti per attuarli concretamente. Inoltre a differenza delle Carte dei diritti la Convenzione considera bambini e ragazzi, non solo come oggetto di tutela in funzione degli adulti, ma come soggetto di diritti xkè anke loro hanno voce in capitolo nelle faccende ke li riguarda.

Infatti uno dei quattro principi su cui essa si basa è l'ascolto delle loro opinioni
da parte dello stato, un altro principio è quello della non discriminazione perché tutti i minori, senza discriminazioni in base alla razza, al sesso, all'età ecc ecc devono essere tutelati dai diritti contemplati dalla convenzione; un altro principio è quello di anteporre l'attenzione per i minori dinanzi a qualsiasi altro affare dei governi ed infine il principio in base al quale i minori devono vivere nelle condizioni necessarie per garantire loro uno sviluppo integrale (fisico, emotivo, culturale, sociale).
Inoltre la Convenzione è esauriente xkè i 54 articoli ke la compongono si riferiscono a tutti i campi e settori, ed è essenziale, indivisibile, interdipendente e tutti gli articoli hanno pari importanza. La novità introdotta dalla Convenzione, infine, è ke i 193 stati ke vi hanno aderito non solo devono adattare le loro norme interne agli art della convenzione, ma sono anche tenuti a far presente periodicamente le strategie adottate per promuovere e tutelare i diritti dei minori, e il compito di controllare se e come qst diritti vengono rispettati è stato affidato all'Unicef, un organo dell'Onu nato dopo la seconda guerra mondiale.