Tema di psicologia sociale

Appunto inviato da marysol18
/5

Tema di scienze della formazione che risponde ai seguenti quesiti: gli ambiti di studio e di interesse della psicologia sociale; gli strumenti della psicologia sociale nello studiare gli atteggiamenti e i comportamenti dei gruppi e l’influenza del gruppo sul comportamento dell’adolescente (4 pagine formato doc)

TEMA PSICOLOGIA SOCIALE

Tema di scienze della formazione.

“L’influenza degli altri adolescenti sull’individuo è più forte e costruttiva di quella esercitata da qualsiasi persona adulta. La media degli adolescenti è in grado di comprendere, accettare, assimilare gli insegnamenti dei propri coetanei più facilmente di quelli che possono venirgli elargiti dagli individui appartenenti ad un mondo maggiormente estraneo dal punto di vista psicologico.
I suoi rapporti con il gruppo dei compagni, per quanto confusi possano essere, hanno un contenuto meno emotivo di quelli con individui più anziani.” (J. M.
Josselyn, “L’adolescente e il suo mondo”, Giunti Barbera, Firenze )
Il candidato sviluppi le seguenti questioni:
1.    gli ambiti di studio e di interesse della psicologia sociale;
2.    gli strumenti della psicologia sociale nello studiare gli atteggiamenti e i comportamenti dei gruppi (gli elementi fondamentali che emergono nella dinamica del gruppo);
3.    l’influenza del gruppo sul comportamento dell’adolescente.

Psicologia sociale cos'è e quando nasce: riassunto

PSICOLOGIA SOCIALE, DEFINIZIONE

Svolgimento. Ormai è chiaro, pensare all’individuo come essere isolato è un puro artifizio. Tutti,infatti, viviamo e cresciamo in una società ed è quindi ovvio che l’ambiente sociale rappresenti una parte notevole del nostro mondo. L’individuo è un prodotto del suo ambiente e la psicologia sociale è appunto quella parte di psicologia teorica che studia il comportamento e i processi mentali dell’uomo in presenza di altri, precisamente quindi in che modo una persona ne influenza altre ed è a sua volta influenzata da queste.
Uno dei suoi temi più importanti è quello riguardante l’atteggiamento, cioè la tendenza a valutare qualsiasi oggetto del mondo sociale (una persona, ma anche la scuola, un’automobile, le sigarette) e a reagirvi, di conseguenza, in modo positivo o negativo (quella persona mi è antipatica, la scuola mi provoca ansia, il fumo delle sigarette lo ritengo pericoloso…).

PSICOLOGO SOCIALE COSA FA

Innanzitutto l’atteggiamento è la posizione interiore mentale rispetto ad ogni oggetto, mentre l’opinione è la parte verbale dell’atteggiamento.
Secondo i comportamentisti il comportamento è l’indicatore dell’atteggiamento. Gli atteggiamenti dipendono soprattutto dai condizionamenti passati o in corso dei gruppi sociali di appartenenza. Gli atteggiamenti non sono cristallizzati perché si possono cambiare. I principali fattori che cambiano gli atteggiamenti sono:
•    l’esposizione all’ oggetto;
•    il rinforzo;
•    l’esposizione a modelli sociali;
•    gli insegnamenti espliciti;
•    pressione sociale;
•    le informazioni;
•    il bisogno di coerenza cognitive.
Il primo studioso che se ne occupa in maniera sperimentale è Thurston che propose di valutare e di capire l’atteggiamento delle persone rispetto alla chiesa. Costruì una lista di “items”, ossia unità di pensiero rispetto alle quali le persone dovevano dire se erano favorevoli o contrari, ma soprattutto in che misura.