Discriminazione razziale in Italia: tema

Appunto inviato da scrittricerandagia Voto 6

Tema svolto con considerazioni personali sulla discriminazione razziale in Italia, dal Medioevo ad oggi (2 pagine formato doc)

DISCRIMINAZIONE RAZZIALE IN ITALIA: TEMA

Rifletti sulla condizione delle “minoranze” nella società occidentale dal Basso Medioevo all’età contemporanea, cercando di delineare una “storia della discriminazione”.
Anche quest’anno è ricominciata la scuola. Ho scoperto subito di avere molti nuovi professori…e mi è accaduta una cosa che mi ha di molto sorpreso. Il primo giorno di scuola, tranquillamente seduta al mio banco e ascoltando la presentazione di un nuovo professore…apprendo che è un extracomunitario.
Tuttavia mi vergogno un po’ nell’affermare la mia sorpresa, poiché a guardarlo bene era evidente: pelle olivastra, lineamenti spigolosi, capelli molto scuri.
Mi sono domandata perché mi fossi sorpresa così tanto, al giorno d’oggi oramai immersi nella globalizzazione non ci si dovrebbe più stupire di cose simili. Può darsi che forse, l’avversione o il timore per le minoranze etniche non siano davvero solo un ricordo del passato.
Riflettendo maggiormente, ho cercato di ripercorrere il tragitto di questa paura, poiché altro non è che questa in fondo, la causa scatenante di guerre e conflitti passate e presenti.

Discriminazione razziale nel mondo: tesina maturità

RAZZISMO IN ITALIA OGGI

La più antica battaglia contro una minoranza ch’io ora ricordi, è quella dei cristiani. In effetti se ci si riflette bene, prima di diventare la causa maggiore di tutte le guerre contro minoranze, essi stessi lo furono. Tuttavia se la loro guerra è raccontata e tramandata, ed anzi ha dato vita ad adepti ben più potenti dei loro oppressori dell’epoca, i dolori sofferti dal Cristo, dai Santi e dai martiri tutti, vengono ancora sentiti con pietà e tristezza.
Pochi fanno mente locale, che preso il potere, si vendicarono abbondantemente su coloro che li avevano oppressi, ovvero gli ebrei. Gli ebrei che avevano ucciso il figlio di Dio, hanno ripagato col sangue la loro “colpa”. Spero che mi si perdoni il sarcasmo, ma la faccenda ha dell’ilarità. Gli ebrei furono attraverso i secoli, gli schiavi egiziani, gli aguzzini dei commercianti, i portatori di peste, la razza inferiore…e probabilmente altro ancora.
La storia degli ebrei è forse la più viva, nasce dall’alba dei tempi e conduce sino ad oggi, ma non è l’unica. I pregiudizi hanno compiuto stragi inimmaginabili, e questo mi porta alla prima storia di minoranza che mi abbia mai davvero sconvolto, quella nata tra il 1480 e il 1650 contro le donne belle o anche solo scomode a qualcuno. Sto parlando della pazzia compiuta a discapito di giovani innocenti tacciate come streghe.

Discriminazione razziale nel mondo: tema

IL RAZZISMO IN ITALIA

Le streghe che erano donne, le donne che erano peccatrici. Ripenso in particolare ad un brano che lessi, non ricordo più quando, che non era altro che la descrizione dell’esecuzione di una strega. Si parlava del tragitto della ragazza verso la morte, del suo terrore nel venire legata, bendata, accusata, condannata. E poi il fuoco, vivido e intenso nello scritto in cui la giovane parlava in prima persona, si descriveva come la sua bellezza svanisse a poco a poco sotto i colpi impudenti del fuoco, incurante di lei, della sua tenera età e della sua innocenza. Ma il fuoco è solo il più conosciuto dei metodi usati, ve ne era anche un altro ad esempio, altrettanto crudele, e in mio parere totalmente assurdo. Si trattava di gettare una presunta strega in una fossa o cratere, e se non fosse risalita, e cioè non avesse chiamato il diavolo in suo soccorso per non morire, era innocente e la sua anima salva. Peccato che nel frattempo la donna era morta. Tutto questo, se ben si ricorda, culminò con la “cacciata delle streghe” che vede protagonisti processi giudiziari o anche l’ordalia, ovvero la richiesta a Dio di un segno dell’innocenza dell’imputato.

Razzismo negli USA: tesina

RAZZISMO IN ITALIA OGGI: TEMA

La possessione del demonio non fu però l’unica scusa che si trovò per colpire innocenti sotto l’insegna di un Dio che probabilmente aveva più assassini che preti tra le sue file di credenti. Ci si può tranquillamente rifare alle Crociate, all’Inquisizione, ai Gesuiti.
Indubbia è la colpa della Chiesa in tutti questi momenti della sua storia, ma lo è anche quella appartenente ai nobili e ricchi europei che con la scoperta del Nuovo Mondo compirono dei veri e propri genocidi.

Temi svolti| Guida al tema sull'adolescenza| Guida al tema sull'immigrazione| Guida al tema sull'amicizia| Guida al tema sul femminicidio| Guida al tema sul Natale| Guida al tema sui social network e i giovani| Guida al tema sui giovani e la crisi economica| Guida al tema sul rapporto tra i giovani e la musica| Guida al tema sulla comunicazione ieri e oggi| Guida al tema sulla famiglia| Guida al tema sull'amore e l'innamoramento| Guida al tema sull'alimentazione| Guida al tema sullo sport e sui suoi valori| Guida al tema sulle dipendenze da droga, alcol e fumo| Guida al tema sulla ricerca della felicità| Guida al tema sul bullismo e sul cyberbullismo| Guida al tema sulla globalizzazione| Guida al tema sul razzismo| Guida al tema sulla fame nel mondo| Guida al tema sull'eutanasia e l'accanimento terapeutico| Guida al tema sulla libertà di pensiero| Guida al tema sulla mafia