Unità d'Italia.

Appunto inviato da melissapuleio94
/5

Unificazione italiana. (3 pagine formato pdf)

Le  repubbliche giacobine promosse da Napoleone in  Liguria, Lombardia, Roma e Napoli  tra il 1796 e il 1799 fecero penetrare negli strati della borghesia italiana i temi della libertà, della nazione e della repubblica.

UNITA' D'ITALIA (Clicca qui >>)


Durante la Restaurazione ( a partire dal congresso di Vienna del 1815) però l'idea di una unificazione italiana era più un tema letterario che politico, nei primi moti falliti del 1820-21 infatti,  nessuno  dei  patrioti  liberali  delle  società  segrete  pensavano  ad  uno  stato  italiano  che comprendesse l'intera penisola, molti carbonari  rivendicavano  invece una carta costituzionale ed ebbero come obiettivo il regno dell'Italia settentrionale sotto la monarchia sabauda o l'unificazione di  alcune regioni  del  centro  nord   come  nell'idea politica di  Ciro  M enotti  nei  moti  del1831.

DALLE RIVOLUZIONI EUROPEE ALL'UNITA' D'ITALIA (Clicca qui >>)


Un programma  politico  coerentemente  nazionale  viene  proposto  da  Giuseppe  Mazzini, figura autorevole degli ambienti democratici europei.
Egli fu l'organizzatore della Giovane Italia , il primo partito  politico  della moderna storia italiana.
La  nuova  organizzazione ebbe numerosi  sostenitori nell'esercito sabaudo, dopo i primi tentativi insurrezionali repressi nel sangue , Mazzini rifugiatosi a Berna, fondò  la  Giovane  Europa, il primo tentativo  di  dare luogo alla Prima Internazionale Democratica , nel 37 a Londra , Mazzini fonda l'Unione degli operai italianai, composta da giovani emigranti  , e nel  38 fonda una seconda Giovane Italia , collegata a gruppi  clandestini  dell'Italia centro-meridionale.

BREVE TESINA SUI PROCESSI CHE PORTARONO ALL'UNITA' D'ITALIA (Clicca qui >>)


Dal 1840  in poi la guida dell'unificazione fu contesa ai mazziniani dai liberali o moderati, questi gruppi intellettuali, evitando l'azione politica im mediata  intendevano conciliare la tradizione e il progresso cercando di  ottenere riforme graduali della società italiana.