Storia di Giovanna d'Arco

Appunto inviato da crielele
/5

Giovanna d'Arco: riassunto della vita e morte di una delle più grandi eroine della storia a confronto con il film di Besson (1 pagine formato doc)

STORIA DI GIOVANNA D'ARCO

Giovanna d’Arco, film di Luc Besson. Relazione storico-cinematografica. Nonostante sia vissuta nel XIV secolo, Giovanna d’Arco è considerata una delle più grandi eroine dei nostri tempi ed una delle più affascinanti e misteriose figure della storia europea.
E’ difficile mettere in discussione che questa diciassettenne, d’origini contadine e priva di cultura, abbia cambiato il corso della storia non solo della Francia, ma di tutta l’Europa.
Molti sono i film che rappresentano la sua vita.

Uno dei più recenti è quello diretto dal famoso regista Luc Besson, il quale descrive dettagliatamente le scene più cruciali ed importanti della vita di Giovanna d’Arco.

Tutto sul Medioevo

GIOVANNA D'ARCO: RIASSUNTO

La storia ha inizio con una Giovanna bambina abitante, con i genitori (entrambi contadini) e le sorelle, nel piccolo villaggio di Domrémy, in quella Francia in cui gran parte dei territori erano sotto la dominazione inglese verso la fine della guerra dei Cent’Anni.

La vita di Giovanna scorre tranquilla finché non assiste alla distruzione della sua casa e allo sterminio della sua famiglia da parte degli invasori. Ed è a causa di ciò che, dall’età di tredici anni, la piccola fanciulla è ossessionata da visioni in cui Dio la incarica di liberare la Francia dai nemici e di condurre Carlo VII all’incoronazione nella città di Rèims. A diciotto anni decide così di incontrare il re, convincendolo ad affidarle un esercito per sconfiggere gli inglesi: le battaglie sono un trionfo, in cui la “pulzella” (questo è il soprannome che le viene dato) dimostra una forte tenacia.

Giovanna d'Arco: ricerca

GIOVANNA D'ARCO FILM

Ma una volta che Carlo VII viene incoronato sovrano di una Francia non ancora totalmente libera, Giovanna, che nel frattempo è diventata un personaggio scomodo per il potere costituito, viene tradita dal suo stesso re, il quale la priva dal suo esercito. Viene così catturata e lasciata nelle mani degli inglesi che la sottopongono ad un processo, durante il quale Giovanna si rifiuta di rispondere alle domande del tribunale. Viene così condanna al rogo con l’accusa di stregoneria.
Questo film traccia un’immagine dell’eroina inviata da Dio, come quella di una ragazza pazza e isterica, ossessionata dall’idea di cacciare gli invasori dalla sua terra. Infatti, l’interpretazione mostra una Giovanna d’Arco che, durante la sua prigionia nella carceri, si rende conto che tutte le azioni che ha compiuto e tutti i suoi ideali non sono opera di Dio ma sono in realtà mossi da un impeto irrefrenabile di vendetta verso chi le ha sterminato la famiglia. Questo è uno degli errori del regista, in quanto nella realtà l’eroina non si è mai pentita ne ha minimamente dubitato della sua missione e ha sempre creduto fermamente nella sua religione e nell’incarico ricevuto dal suo Dio.

Giovanna d'Arco: riassunto

GIOVANNA D'ARCO MORTE

Inoltre il re Carlo VII, che nella vita era un re abile e forte in battaglia, viene rappresentato come una persona senza carisma, debole e succube della suocera, al quale sembra non interessare molto il destino crudele che sta minacciando la Francia, mentre nella realtà, dopo la morte di Giovanna d’Arco, riesce a sconfiggere definitivamente gli inglesi e quindi a liberare il suo Paese
In una scena la suocera del Re, in vista della visita di Giovanna D’Arco, parla dell’esistenza di una leggenda popolare che preannunciava l’arrivo di una pulzella, inviata da Dio, che avrebbe salvato la Francia, ma di ciò io non ho mai visto alcuna citazione nei documenti letti.