Il nazismo

Appunto inviato da bybagiu
/5

La repubblica di Weimar era un regime politico vigente in Germania dal 1919 all’avvento al potere di Adolf Hitler nel 1933. (2 pagine formato doc)

L’inizio della repubblica di Weimar fu molto duro.
La Germania, infatti, si trovava ad affrontare un periodo di grave crisi economica, notevolmente aggravata dalle dure condizioni di pace dettate dal trattato di Versailles del 1919. Le imposizioni più importanti furono: l’obbligo di pagare tutte le riparazioni necessarie per i danni provocati dalla guerra negli altri stati, l’abolizione del servizio militare obbligatorio, la perdita di tutte le colonie e la rinuncia ad alcuni territori, come l’Alsazia e la Lorena.; oltre ad altre rinunce non meno importanti. La Germania per far fronte ai pagamenti, dovette effettuare ripetute svalutazioni del marco, che distrussero il valore della moneta tedesca e peggiorarono ulteriormente la situazione economica del paese. Il dopoguerra fu caratterizzato da un susseguirsi di scioperi, manifestazioni e violenze.
Gli operai, infatti, erano in prevalenza socialdemocratici, che contestavano il governo perché i loro salari non tenevano conto dell’inflazione, e tra il 1920 e il 1921 causarono un Biennio Rosso. Contemporaneamente i movimenti di destra nemici degli operai, del sistema parlamentare e del governo manifestarono contro i lavoratori scatenando molti scontri. Un altro avvenimento che aggravò notevolmente la situazione tedesca fu quando nel 1923 le truppe franco-belghe occuparono la ricca regione tedesca della Ruhr, impossessandosi delle miniere di carbone, in seguito ad un mancato pagamento delle riparazioni, deciso dal trattato. In questa occasione il governo tedesco incitò i lavoratori alla resistenza passiva, stampando enormi quantità di nuova moneta per poterli pagare, causando così una grandissima inflazione che diventò molto velocemente una situazione di completa destabilizzazione sociale, economica e istituzionale. In quegli stessi anni un esponente di destra, Ernst Röhm, fondò le SA (Sturmabteilungen-“distaccamenti d’assalto”) note anche come “camicie brune”. Röhm inaugurò la nuova unità di guardie del partito nazista nel luglio 1921. Nel 1923 le SA contavano già moltissimi membri istruiti