Stalin, Mussolini, Hitler: ideologia e propaganda

Appunto inviato da lucafacciorusso
/5

Tema storico di orientamento sociale-psicologico (1 pagine formato doc)

Stalin, Mussolini e Hitler, tre uomini politici, tre leader che hanno lasciato un segno indelebile nella storia degli Stati da loro governati.
Stalin in Unione Sovietica ha portato avanti le idee di Lenin, che voleva la società moderna fondata sul socialismo e sull’abolizione della proprietà privata. Mussolini in Italia viene cacciato dal Partito Socialista e fonda il Movimento fascista; grazie alla marcia su Roma, un vero e proprio colpo di Stato, si impossessa del potere politico. Mussolini, però, non è un capo di Stato “rivoluzionario”, infatti, inizialmente non stravolge il sistema politico italiano. Hitler in Germania, grazie a una concatenazione di cause a lui favorevoli riesce a farsi eleggere nel parlamento tedesco.
Hitler porta avanti il pensiero nazista che diventa la dottrina del popolo tedesco; il nazismo, infatti, non è solo una corrente politica, bensì una vera e propria dottrina di pensiero che investe qualsiasi campo della vita del tedesco nazista. Il nazismo permea la scienza, la cultura, la religione, la filosofia, la politica e il pensiero tedesco.