I lais anonimi

Appunto inviato da martaferrucci
/5

Elaborato finale di laurea di Daniela Pistis riguardante un'analisi dei racconti in versi in francese antico caratteristici della narrativa cortese (180 pagine formato )

L'intento primario di questo studio è mettere in luce i temi e i motivi ricorrenti nei lais anonimi, con il proposito di chiarire i rapporti che li legano da una parte alla letteratura cortese, cioè all'ambiente culturale a loro contemporaneo, dall'altra alla tradizione folklorica bretone.


I lais intrecciano legami profondi con entrambe: essi recepiscono dalla cultura scritta importanti elementi caratterizzanti, e questo testimonia la provenienza dei loro autori da un ambiente sociale fine ed elevato; dalla tradizione orale ricevono invece, una serie di elementi di derivazione folklorica e "mitologica" che testimonia i rapporti, sicuramente strettissimi, degli stessi autori con la tradizione giullaresca e quindi, ancora una volta, i legami con l'ambiente di corte.
Questa doppia valenza, l'apporto intrecciato di tradizione scritta e orale, conferiscono a queste brevi operette un posto di spicco nel panorama letterario medievale.

Espressione della cultura del periodo, di un gusto particolare per la letteratura di evasione, leggiadro passatempo delle raffinate corti medievali, oggi i lais interessano ed entusiasmano ancora, soprattutto perché mantengono, rispetto alle opere letterarie del momento, un tratto di originalità che ne amplifica l'interesse, offrendo a noi moderni il gusto e il sapore di un'arcaicità che si sarebbe perduta nella precarietà della tradizione orale se alcuni dei suoi tratti non fossero stati per sempre fissati nella scrittura..