Terrorismo e l'11 Settembre: tesi

Appunto inviato da stefan1111
/5

l'attentato terroristico alle Torri Gemelle. L'uso della forza nei confronti degli Stati che sponsorizzano il Terrorismo: il diritto internazionale alla luce degli eventi dell'11 settembre e della guerra in Iraq (126 pagine formato pdf)

TERRORISMO 11 SETTEMRE 2001.

DEFINIZIONE DI TERRORISMO - Capitolo 1 - Il problema della definizione del terrorismo. La necessità di una definizione generalmente accolta di terrorismo. Prima di addentrarci nell'indagine delle circostanze che rendono legittimo o meno l'uso della forza nei confronti degli Stati che sponsorizzano il terrorismo, ci sembra opportuno cercare di capire cosa si debba realmente intendere per terrorismo, prendendo le mosse dalla sua definizione. La prima considerazione che dobbiamo fare è che, ad oggi, nel diritto internazionale non ne esiste una definizione universalmente accolta.
La causa fondamentale di questa lacuna non è da ricercare in difficoltà tecnico-giuridiche, ma nel disaccordo da sempre esistente tra i paesi occidentali e i cosiddetti paesi non allineati in relazione all'inquadramento dei movimenti di liberazione nazionale. Il problema della definizione deve quindi essere considerato un problema più politico che giuridico. Riteniamo che proprio una definizione globale di terrorismo possa essere di fondamentale importanza non solo per disciplinare in modo uniforme il fenomeno, ma soprattutto per limitare la discrezionalità dei governi nazionali nel qualificare un singolo atto come terroristico o meno. Troppo spesso, infatti, alcuni Stati hanno abusato del termine, considerando un qualunque comportamento contrario agli interessi nazionali come terroristico e giustificando così delle risposte, spesso armate, assolutamente non in linea col diritto internazionale. Come esempio emblematico di questa praticata tendenza, potremmo portare la famosa dottrina Reagan, identificante la politica interventista americana degli anni ottanta, con la quale il termine terrorismo internazionale divenne una espressione di moda per indicare qualunque movimento contrario agli interessi americani.

Leggi anche Tema sull'attentato dell'11 settembre 2001

CONCETTO DI TERRORISMO - Ci sembra quindi indispensabile ricercare una definizione accettabile di terrorismo; una definizione che sia cioè in grado i dirci quando un atto illecito sia di matrice terroristica o meno. A tal fine, senza pretesa di completezza, procederemo ad analizzare i diversi contributi apportati alla questione definitoria rispettivamente dalle organizzazioni internazionali, dai trattati, e dalla dottrina.

Leggi anche Tesina sull'11 Settembre 2001

ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI - Un ruolo di primo piano tra le organizzazioni internazionali che hanno cercato di risolvere il problema spetta sicuramente all'ONU. Più volte in seno alle Nazioni Unite, soprattutto negli anni settanta, momento centrale nella escalation del terrorismo mediorientale, si è avvertita l'esigenza di affrontare in modo unitario il terrorismo, talvolta predisponendo apposite strutture interne (Comitati ad hoc).

Leggi anche Ricerca sul Terrorismo

TERRORISMO ONU - Il primo sforzo ONU in questo senso (il dibattito trasse occasione dalla strage di undici atleti israeliani perpetrata ad opera dell'organizzazione palestinese Settembre Nero durante le Olimpiadi di Monaco del 1972) fu l'istituzione con la risoluzione dell'Assemblea Generale 3034 del 18 Dicembre 1972, di un Comitato Ad Hoc con il compito di analizzare le forme di cooperazione possibili per arginare il dilagante problema terrorismo.
I lavori di questo organo speciale si rilevarono alquanto deludenti e culminarono in due rapporti datati 1973 e 1979,3 che per la nota contrapposizione tra paesi occidentali e non allineati, non affrontarono minimamente il problema della definizione.