Tesina sulla musica e onde sonore

Appunto inviato da alexpaa
/5

Musica e onde sonore: tesina sul suono, caratteristiche delle onde, percezione, frequenze e cervello umano (11 pagine formato doc)

TESINA SULLA MUSICA E ONDE SONORE

Università degli Studi di Genova
Facoltà di Scienze della Comunicazione
A.a.

2011/2012
Tesina di Cinema, Musica e Spettacolo: “Musica, Suono, Onde e Cervello”.
PARAGRAFI:
1.    INTRODUZIONE : Suono, onde e caratteristiche
2.    PERCEZIONE
3.    FREQUENZE e  CERVELLO UMANO
4.    CONCLUSIONI.
5.    Note
6.    Bibliografia e Sitografia

Musica e corpo: tesina di educazione fisica

LE ONDE SONORE: TESINA

Il SUONO, ONDE E CARATTERISTICHE.
Ogni giorno siamo a contatto con suoni e musiche: ma sappiamo in realtà come questi agiscono sull'uomo?
Analizziamo quindi per cominciare le caratteristiche del suono:
Le tre caratteristiche fisiche principali del suono sono:l 'altezza(1), intensità(2), ed il timbro(3); quest’ ultimo puo’ generare onde complesse a causa di echi, risonanze e battimenti. Le onde di vibrazione sonora interagiscono infatti tra loro modificandosi durante il percorso che divide l’emissione del suono dalla sua ricezione, per azioni di riflessione, rifrazione, assorbimento, interferenza costruttiva o distruttiva che sia, (effetto Doppler) cio’ avviene in modo del tutto simile alle altre frequenze di energia.
Il suono (dal latino sonus) è la sensazione data dalla vibrazione di un corpo in oscillazione.

Tale vibrazione, che si propaga nell'aria o in un altro mezzo elastico, raggiunge l'orecchio che, tramite un complesso meccanismo interno, è responsabile della creazione di una sensazione "uditiva". La vibrazione che il nostro orecchio percepisce è creata da onde sonore ( detta anche onda acustica ), esse sono di diversi tipi:
-Le onde semplici: onde dal tracciato regolare: i picchi sono speculari alla base e hanno forma sinuisoidale.
-Le onde complesse: sono sempre onde dal tracciato regolare, in quanto i picchi sono speculari alle valli, ma la loro forma risulta più complessa della precedente, perché presenta diverse anomalie nelle curve.
-Le onde aperiodiche: sono onde non regolari: il tracciato ha forma caotica e zizzagante. Sono tracciati caratteristici dei rumori. (4)
Vediamo ora, quindi, come si propagano le onde: VIDEO DIAPASON.

Tesina sulla musica come linguaggio universale

LE VIBRAZIONI E LE ONDE SONORE

2.PERCEZIONE
L'uomo percepisce le onde sonore attraverso l'organo dell'udito: la sensazione del suono la percepiamo  tramite le orecchie, ma anche le papille tattili  della pelle cioè le nostre cellule percepiscono la vibrazione codificandola come messaggio trasmesso dal mezzo circostante. Il messaggio fisico di informazione, viene recepito in maniera differenziata dalle due orecchie per comprenderne la direzione di emissione, ed inviato dal nervo acustico al cervello, che le traduce in termini di armonie, ritmi, o rumori ed altre impressioni emozionali.
Le molecole vibrando, originano il suono che costituisce il messaggio , altre molecole (aria, gas liquidi o solidi ) agiscono come mediatori ovvero come mezzi di trasmissione, mentre la sensazione sonora che udiamo e’ una proprieta’ sensoriale prodotta dal cervello.
L’ orecchio  agisce come una interfaccia tra il mondo esterno ed il cervello, passando i messaggi ricevuti al sistema neuronale, che li interpreta come sensazioni. L’ organo di ricezione dell’ orecchio e’ fondamentalmente composto da una serie di sottili filamenti, che sono disposti in fondo alle cavità auricolari ( coclea ) in modo da poter essere stimolati dal movimento dell’ aria, dando la necessaria sollecitazione al cervello, perche’ esso traduca ed articoli in sensazioni sonore l’ informazione  appena ricevuta; Tutto questo avviene in uno spazio di sei centimetri! Dall'orecchio esterno (che riceve le onde sonore) attraverso l'orecchio medio (che trasforma le onde sonore in movimenti meccanici) all'orecchio interno (che trasforma i movimenti meccanici in impulsi elettrici).