Mendel e la genetica: tesina di terza media

Appunto inviato da lindacatzula
/5

Tesina di terza media su Mendel e la genetica: breve biografia di Mendel e spiegazione delle sue leggi (2 pagine formato doc)

MENDEL E LA GENETICA: TESINA DI TERZA MEDIA

Gregor Mendel (1822-1884), un monaco appassionato di botanica, gettò le basi della genetica.

Per sette anni fece esperimenti con piante di pisello e formulò tre leggi chiamate le tre leggi di Mendel.
In tutti i viventi la cui riproduzione è sessuata un nuovo essere ha origine da una cellula frutto della fusione tra il gamete maschile e il gamete femminile ciò significa che le caratteristiche del nuovo essere sono frutto della fusione delle caratteristiche materne e delle caratteristiche paterne che attraverso i cromosomi si trasmettono da una generazione all’ altra. Si parla quindi di trasmissione ereditaria dei caratteri.

Genetica e Mendel: spiegazione

PRIMA LEGGE DI MENDEL

Mendel era convinto che i caratteri si trasmettessero “a caso” dai genitori ai figli, così eseguì degli esperimenti.
- inizialmente fece autoimpollinare piantine a fiori rossi, da cui si generarono altre piantine a fiori rossi.


- Secondariamente fecondò piantine a fiori rossi con piantine a fiori bianchi ed osservò che si generarono soltanto piantine a fiori rossi. Da qui nasce la prima legge di Mendel, o legge della dominanza:

DA INCROCI TRA INDIVIDUI CHE DIFFERISCONO PER UN SOLO CARATTERE NASCONO INDIVIDUI IN CUI SI MANIFESTA SOLO UNO DEI DUE CARATTERI: QUELLO DOMINANTE.

DNA e leggi di Mendel

2 LEGGE DI MENDEL

SECONDA LEGGE DI MENDEL - Mendel continuò i sui esperimenti sulle piantine e fece incrociare tra di loro le piantine della prima generazione e notò che nella seconda generazione si manifestava di nuovo il carattere recessivo. I tre quarti delle piantine presentavano il carattere dominante e un quarto delle piantine ripresentavano il carattere recessivo. Da qui la seconda legge di Mendel, o legge della disgiunzione dei caratteri:

NELLA SECONDA GENERAZIONE RIAPPARE IL CARATTERE RECESSIVO E I DUE CARATTERI SI MANIFESTANO CON UN RAPPORTO 3: 1

Mendel e la genetica: spiegazione

MENDEL GENETICA SPIEGAZIONE SEMPLICE

TERZA LEGGE DI MENDEL - Mendel proseguì con i suoi esperimenti incrociando piante che differivano per due diversi caratteri. Incrociò piselli con i semi gialli e lisci con piselli con i semi verdi e rugosi. Nella prima generazione vennero tutti piselli con i semi gialli e lisci (il carattere dominante) nella seconda generazione gli altri caratteri si manifestarono nuovamente. Su 16 piantine:
- 9 gialle e lisce
- 3 gialle e rugose
- 3 verdi e lisce
- 1 verde e rugosa

Mendel dedusse che tutti i caratteri si trasmettono in maniera indipendente combinandosi in tutti i modi possibili, anche in modo diverso da quello dei genitori.