Tesina su una pianta: il bonsai

Appunto inviato da baccialberto
/5

Le origini del bonsai, caratteristiche e tecniche principali di impostazione, come creare un bonsai, potatura e tecniche di mantenimento, stili di bonsai, tipi di miscele e la sua preparazione, la concimazione, danni e malattie del bonsai, difetti e scelta del vaso adatto per il bonsai. Tesina di maturità con immagini sul bonsai (25 pagine formato pdf)

TESINA SU UNA PIANTA: IL BONSAI

Presentazione - Sono uno studente dell’Istituto Professionale Statale per L’Agricoltura e L’ Ambiente nella provincia di Pistoia.

Questa idea di scrivere su tale argomento nasce circa 4 mesi fa quando vicino casa vedo degli esemplari di Bonsai e informandomi attraverso documentari e mezzi di telecomunicazione informatica mi sono appassionato, fino al punto di cercare di trasmettere la mia passione anche a voi lettori. Lo ritengo molto interessante ed istruttivo per tutti coloro che intendono avvicinarsi a questo meraviglioso mondo dei bonsai e per chi con la natura ama “starci dentro”.
In questa breve tesina cercherò di illustrarvi ed avvicinarvi a questa tecnica, spiegandovi dalle sue remote origini fino ad arrivare a creare, mantenere e curare un fantastico esemplare di Bonsai anche nelle proprie abitazioni.

Tesina sull'evoluzione delle piante


TESINA SULLE PIANTE: LE ORIGINI DEI BONSAI

Il termine “bonsai” deriva da due ideogrammi Giapponesi, ç† “bon” (vaso) e æ ½ “sai” (coltivare) cioè coltivare in vaso, ma, i due ideogrammi messi insieme hanno un significato più ampio e cioè “coltivare in vaso una pianta con arte”. Le sue origini risalgono dal periodo neolitico Cinese quando nel corredo funebre di un noto personaggio della dinastia reale Cinese, fu trovato un Bonsai (da loro chiamato Penjing) con la particolarità di un sistema d’irrigazione a goccia concepito per farlo vivere nel tempo. Il bonsai in questione era un pino a tre aghi ormai considerata una specie estinta ed era sistemato su un vaso d’ oro; facendoci capire l’ importanza che essi davano a questa magnifica creatura artistica. Oltre ai fini culturali, i Cinesi utilizzavano questa tecnica anche per la necessità di trasportare piante officinali in vasi molto piccoli considerandole piante preziose. Questa cultura Cinese, invase il Giappone quando i due paesi entrarono in contatto con lo scambio di manoscritti, ma soprattutto quando i monaci Giapponesi andarono in Cina per conoscere e apprendere la loro coltura.

La riproduzione di piante e animali: tesina


TESINA SUL BONSAI

Per i Giapponesi il bonsai è una vera e propria arte che nasce dalla fusione delle religioni (in Giappone lo “shintoismo” e in Cina il “taoismo”) con le filosofie dei due paesi; in queste religioni gli elementi sacri sono gli oggetti naturali e, infatti, ritroviamo spesso alberi sacri (bonsai). Fino ad ora il bonsai aveva per la maggior parte una funzione religiosa e non estetica, ma, dal 1900 nasce la vera tecnica bonsaista che fu introdotta dai Giapponesi per poi svilupparsi anche in Cina; questa tecnica fu chiamata “Avanguardia Bonsai” perché consisteva di fare un passo in più da quello che era sempre stato e cioè dare un senso non solo religioso ma potenziare anche il valore artistico; considerando il Bonsai una vera e propria opera d’ arte. Nel corso del tempo fare bonsai è diventato una arte che unisce direttamente l’ uomo con la natura attraverso la coltivazione e la lavorazione di queste creature piene di vita ed è fonte di un ispirazione infinita perché è un opera che non si finisce mai di farla essendo un essere vivente in continua evoluzione.