Anoressia e bulimia: tesina maturità

Appunto inviato da paoeeta
/5

Anoressia e bulimia: tesina di maturità (utile anche per gli esami di terza media) sui disturbi del comportamento alimentare; chi colpisce e cosa sono, contesto dei disturbi del comportamento alimentare e problemi psicologici nei disturbi del comportamento alimentare (13 pagine formato doc)

ANORESSIA E BULIMIA: TESINA MATURITA'

Istituto Professionale di Stato per i Servizi Sociali.

Tesina: Anoressia e bulimia.
Capitolo 1 - I disturbi del comportamento alimentare: chi colpisce e cosa sono.
Dal 1994 vi è stata una netta distinzione tra i due principali disturbi dell'alimentazione: l’anoressia nervosa e la bulimia nervosa.
L’anoressia nervosa, descritta in passato come malattia rara, attualmente colpisce gran parte delle adolescenti principalmente di sesso femminile con un età compresa tra i 12 e i 25 anni.
Questa malattia si diffonde soprattutto in determinati campi professionali come quelli della moda e della danza.
Una persona affetta da Anoressia nervosa è individuabile attraverso caratteristiche fondamentali:
1)    UNA SEVERA PERDITA DI PESO, poiché è fondamentale per una persona malata “essere sottopeso”;
2)    PAURA D’INGRASSARE;
3)    UNA FORTE PREOCCUPAZIONE PER IL PESO E PER L’ASPETTO FISICO. Le persone affette da anoressia nervosa basano la propria autostima su ciò che dice la bilancia; un aumento di peso determina una sensazione di frustrazione al contrario, un calo di peso, aumenta il senso di fiducia personale e autostima;
4)    AMENORREA (mancanza di almeno 3 cicli mestruali consecutivi).

Anoressia e bulimia: tema svolto


TESINA MATURITA': ANORESSIA E BULIMIA

LA BULIMIA NERVOSA, anch’essa diffusa soprattutto tre le donne, è compresa in una fascia di età tra i 12 e i 25 anni.
Al contrario dell’anoressia nervosa non è semplice individuare se si è affetti da bulimia.
Devono essere presenti 4 fondamentali caratteristiche:
1)    ABBUFFATE RICORRENTI.

Per abbuffata s’intende il consumo di una grande quantità di cibo e il non riuscirsi ad astenere dal cibo;
2)    COMPORTAMENTI DI COMPENSO. La abbuffate vanno eseguite da condotte compensatorie per prevenire l’aumento di peso. Il mezzo più usato è il vomito che può essere provocato da se stessi. Altri invece digiunano o fanno esercizio fisico eccessivo;
3)    FREQUENZA DELLE ABBUFFATE E DEI COMPONENTI DI COMPENSO;
4)    PREOCCUPAZIONE ESTREMA PER IL PESO E PER L’ASPETTO FISICO.
La bulimia nervosa viene suddivisa in 2 tipi:
- Con condotte di eliminazione: cioè il malato pratica regolarmente il vomito autoindotto o usa lassativi o diuretici;
- Senza condotte di eliminazione: i comportamenti di compenso sono il digiuno o l’esercizio fisico eccessivo.

Anoressia e bulimia: tema svolto sui disturbi alimentari


DISTURBI ALIMENTARI: TESINA TERZA MEDIA

Capitolo 2 - Contesto dei disturbi del comportamento alimentare.
Oltre ai fattori psicologici individuali altri fattori che giocano un ruolo fondamentale nel favorire lo sviluppo del disturbo alimentare sono quelli socioculturali come:
1)    la pressione culturale verso la magrezza;
2)    il cambiamento del ruolo sociale della donna;
3)    la mitizzazione dei disturbi del comportamento alimentare;
4)    il pregiudizio nei confronti dell’obesità.
PRESSIONE CULTURALE VERSO LA MAGREZZA
Si è venuto a creare uno scarto significativo tre l’aspetto fisico reale e quello ideale, con la conseguenza che l’insoddisfazione per il proprio corpo e le pratiche dietetiche sono sempre più diffuse tre i giovani. L’ideale della magrezza è diventata una moda, il simbolo del progresso: il corpo femminile magro è in contrasto al corpo formoso, rotondo, materno, accogliente e passivo del passato.