Tesina sull'alimentazione e la nutrizione umana

Appunto inviato da pulcettadetato
/5

Tesina sull'alimentazione che comprende la nutrizione, le proteine, i carboidrati, i grassi, le vitamine antiossidanti, i sali minerali, l'acqua, il metabolismo e il catabolismo (2 pagine formato doc)

TESINA ALIMENTAZIONE E NUTRIZIONE UMANA

Alimentazione. Principi nutrizionali:
Proteine:
o Animali:carne, pesce, latte e derivati, uova
o Vegetali: legumi, frutta secca.

Hanno una composizione aminoacidica diversa.
Digestione: avviene a livello gastrico (grazie ad HCI e pepsina) e a livello dell’intestino tenue (grazie agli enzimi pancreatici).
Numero: da 30.000 a 50.000. Gli aminoacidi che costituiscono la proteina sono 20 (essenziali e non). Se manca anche solo un aminoacido la sintesi proteica si blocca.
Funzioni: muscolatura, trasporto di nutrienti nel sangue, digestione, sistema immunitario,…

Alimentazione: tesina di maturità

ALIMENTAZIONE TESINA EDUCAZIONE FISICA

Sintesi:
o Catabolica: proteine in aminoacidi.
o Anabolica: aminoacidi in proteine.
Struttura:
o Primaria: catena polipeptidica.
o Secondaria: α elica; β foglietto pieghettato.
o Terziaria: ripiegamento della proteina nello spazio.
o Quaternaria: assemblaggio di più catene peptidiche.
Enzimi: catalizzatori proteici che fanno avvenire le reazioni e mediano la digestione di principi alimentari e nutrizionali.
• Carboidrati: pane, pasta, pizza, patate, legumi, cereali, dolci, frutta fresca, castagne.
Digestione: a livello orale (grazie alla α amilasi salivare) e a livello dell’intestino (grazie all’α amilasi pancreatica).

L'uomo e l'alimentazione: tesina di maturità

TESINA ALIMENTAZIONE SCIENZE

Tipologie:
o Zuccheri semplici: zucchero, miele, frutta.
o Zuccheri complessi: cereali, legumi.
o Fibra: verdure e legumi.

È caratterizzata dalla resistenza all’idrolisi degli enzimi digestivi e all’assorbimento. Può essere fermentata dalla flora batterica nel colon. Quella solubile può essere fermentata e forma un composto gelatinoso all’interno del lume intestinale che ne aumenta la viscosità del contenuto e ne rallenta lo svuotamento e riduce il livello di colesterolo nel sangue. Quella non solubile assorbe acqua ed aumenta il volume della massa fecale, stimolando la velocità di transito riducendo i tempi di contatto con la parete intestinale.
• Grassi: grassi e oli da condimento (olio, burro, strutto, lardo); grassi nascosti presenti naturalmente negli alimenti.
Digestione: a livello gastrico (grazie alle lipasi linguale e gastrica) e dell’intestino (grazie all’emulsione di Sali biliari).
Tipologie:
o Saturi: solidi a temperatura ambiente
o Insaturi.
Senza i grassi si hanno danni alle cellule, mancanza di vitamine liposolubili, dermatiti, sviluppo incompleto del cervello nei bambini.
• Vitamine antiossidanti: sostanze organiche indispensabili. Incluse tra i micronutrienti introdotti quotidianamente perche non sintetizzabili.
o Liposolubili: A (vista e differenziazione cellulare), D (mineralizzazione e salute ossea), E (antiossidante), K (coagulazione del sangue), F.
o Idrosolubili: C, B1, B2, B5, B6, PP, B12, Bc, H.
• Sali minerali: 6% del peso corporeo. Il fabbisogno giornaliero è limitato. Vengono eliminati attraverso feci, sudore e urina quindi vanno reintegrati. Classificati in:
o Macroelementi: fabbisogno > 100 mg/gg. Calcio, cloro, fosforo, magnesio, potassio, sodio, zolfo.
o Microelementi: fabbisogno tra 1 e 100 mg/gg. Ferro, rame, zinco, fluoro, iodio, selenio, cobalto, manganese, molibdeno.
o Oligoelementi: fabbisogno < 200 mg/gg.
• Acqua

Alimentazione: tesina di biologia

TESI DI LAUREA SU ALIMENTAZIONE

Metabolismo. Anabolismo: molecole complesse a partire da molecole semplici. Sono endoergonici (richiedono energia). La digestione avviene nella bocca, nello stomaco e nell’intestino. L’assorbimento avviene nel circolo sanguigno.
Aumento della glicemia → insulina → le cellule captano lo zucchero dal sangue e riportano la glicemia a livello normale usandolo come energia per la glicolisi, come trigliceridi nel tessuto adiposo e come glicogeno nel fegato.
Il glicogeno è un polimero del glucosio con un alto numero di ramificazioni. La glicogeno lisi libera il glucosio nel torrente circolatorio, la glicemia torna a livelli normali, le cellule usano il glucosio del sangue a scopo energetico.
Insulina e glucagone, ormoni prodotti dal pancreas endocrino, mantengono la glicemia tra 70 e 99 mmg/dl.
La neoglucogenesi garantisce l’approvvigionamento di glucosio in cervello, globuli rossi, retina, cornea, muscolo scheletrico. Substrati: glicerolo, lattato e aminoacidi.