Superstizione e società: riassunto

Appunto inviato da klaklkla
/5

Riassunto del libro "Superstizione e società" di Roger Money-Kyrle. Le origini della superstizione e il pensiero stuperstizioso (22 pagine formato doc)

SUPERSTIZIONE E SOCIETA'

Superstizione e società di Roger Money-Kyrle.

1. Antropologia psicoanalitica: origine e valore. Considerando l’uomo nato e cresciuto in una società omogenea, se è ben inserito in questa società, ne considera i valori in modo scontato. Pensa che non siano altro che una parte della comune ereditarietà e perciò inalterabili, senza considerarli come prodotti locali di un tipo d’educazione. L’uomo non può comprendere ne considerare nazioni o classi che non condividano questi valori, cosi le disprezza o le disapprova.
Se, invece, egli stesso è un disadattato, non condividerà i valori della sua cultura, ma se ignora altri tipi di cultura avrà una conoscenza superficiale della sua stessa cultura, non comprendendo l’interdipendenza esistente tra loro. L’antropologia, specialmente quella sociale, può offrire molto sia al conservatore sia al progressista.

Il rito in antropologia: definizione e significato

SUPERSTIZIONE: ORIGINE

I suoi effetti sul conservatore sono di convincerlo che ci sono infiniti modi per costruire una società. Il suo effetto sul progressista è di costringerlo a riflettere e fornirgli qualche conoscenza sul materiale su cui lavora.
Per questo l’antropologia è parte essenziale di ogni educazione liberale. È in ogni caso una parte essenziale dell’educazione di uno psicologo. Quest’ultimo è portato ad accettare come scontata la società in cui vive e a scambiare per caratteri generali quelle che sono caratteristiche locali. Per esempio, nelle popolazioni civili il bambino attraversa quello che Freud chiama periodo di latenza, in cui gli impulsi sessuali sono assopiti, ma secondo Malinowski i bambini delle Trobriand e secondo Róheim i bambini dell’Australia centrali non attraversano questo periodo di latenza e l’istinto sessuale si sviluppa senza interruzione. Se la responsabilità di questa differenza sia dovuta alla razza e non all’educazione è un altro problema, ma se la responsabilità maggiore è dell’educazione, dovrebbe essere possibile trovare due diversi tipi di coltura in una stessa razza.

SUPERSTIZIONE E SCIENZA

Se lo psicologo ha bisogno dell’antropologo, l’antropologo ha bisogno dello psicologo e soprattutto dello psicoanalista. L’antropologo registra i costumi e le credenze, li classifica geograficamente e per analogia, cerca di ricostruirne le origini e lo sviluppo, ne individua la diffusione, determinandone la funzione sociale e l’influenza, cerca di scoprirne le cause che spesso non sono ovvie. Noi attribuiamo il nostro comportamento a cause secondarie e inadeguate, razionalizzandolo. Secondo la psicoanalisi, l’essenza del nostro comportamento è di questo tipo. Anche se le cause inconsce sono meno numerose e importanti di quanto sostengono gli psicoanalisti, non c’è ragione di trascurarli interamente. Per questo gli antropologi e gli psicoanalisti hanno bisogno l’uno dell’altro.