Esotismo: tesina maturità

Appunto inviato da nicoletansella
/5

L'Esotismo nella letteratura inglese, francese, italiana e l'esotismo nell'arte. Tesina multidisciplinare sui seguenti argomenti: origine e sviluppo dell'esotismo, Gauguin, Baudelaire, Dino Campana, Peter Bichsel e Bruce Chatwin (13 pagine formato docx)

ESOTISMO: TESINA MATURITA'

Esotismo.

Indice:

-    Origine e Sviluppo del termine esotismo;
-    Tema della “fuga laggiù”: Charles Baudelaire, Rimbaud e Campana;
-    Paul Gauguin: “Le donne di Tahiti”;
-    Bruce Chatwin: “In Patagonia”;
-    Peter Bichsel: “San Salvador”.

Romanticismo nell'arte: tesina

ESOTISMO: DEFINIZIONE

Origine e Sviluppo
«Esotismo, fuga dalla difficile vita quotidiana verso fantastici mondi immaginari, una tendenza presente in ogni epoca storica, simbolo dell’angoscia vissuta quotidianamente da ogni uomo.»

L’origine di questo termine risale all’era  medioevale, si è poi tramandato di epoca in epoca con accezioni differenti.

Inizialmente rappresentava il fascino per cultura e costumi diversi da quelli europei, mentre nel 18° secolo iniziò ad assumere più importanza e diventò una critica verso la società e il sogno di un Eden perduto.
Questa tendenza dello spirito umano che attribuisce doti  straordinarie a terre e civiltà lontane, nasce dalla sazietà di una cultura giunta a un punto di estrema saturazione, incapace di rinnovarsi.

Romanticismo in arte, riassunto

ESOTISMO NELLA LETTERATURA INGLESE

Figura importante per la definizione di questo termine fu senz’altro Rousseau il quale, ponendo come ideale dell’uomo la felicità, riuscì ad esprimere a tutti gli effetti questo tema con il “mito del buon selvaggio”. Questo selvaggio da lui definito, non ancora contaminato dalla società moderna, risulta un individuo puro e nobile.

Per questa ragione si ritiene esotista, colui che idoleggia la visione fantastica di una terra lontana, ed in tal senso esotismo e romanticismo vanno a pari passo. Col passare del tempo l’esotismo ha perso d’importanza, ebbe il suo culmine durante il Romanticismo e il Decadentismo.

Romanticismo in arte, riassunto

ESOTISMO BAUDELAIRE

Tema della “fuga laggiù”: Charles Baudelaire e Arthur Rimbaud
Nella vita e in alcune opere di Charles Baudelaire, sono già fissati alcuni degli elementi che torneranno ossessivamente nella vita e nei componimenti di tanti poeti moderni. Il primo a farli propri, e a portarli alle estreme conseguenze fu Rimbaud.

Uno degli elementi fortemente presenti nella vita e già ampliamente strutturati nei temi dell’opera di Baudelaire è quello della “fuga laggiù, lontano da qui”. Il tema del viaggio, della fuga, dell’esotico ha chiaramente valore proiettivo e simbolico: è radicato nella vita infantile, nei bisogni profondi, nel desiderio forte di porre un rimedio alle esperienze scioccanti della nuova vita materiale e sociale.

Che si tratti di un desiderio di viaggio e di fuga letterario e immaginario è dimostrato sia dall’episodio, nella vita di Baudelaire, del viaggio verso Calcutta, interrotto poi bruscamente (egli doveva, per forza, vivere nella sua Parigi e qualsiasi viaggio reale non poteva corrispondere alla sua rÄ›verie) sia dalla lacerante e tragica decisione, in Rimbaud, di abbandonare la Francia e la poesia e quindi di andare  a vivere nel mondo dei traffici coloniali e della vita primitiva.

Romanticismo nell'arte: riassunto sulla pittura romantica di Friedrich

ESOTISMO NELL'ARTE

Nella poesia di Baudelaire al tema del viaggio e della fuga sono collegati altri temi importanti: il mare tropicale, la natura esotica, il calore e la luce, i profumi, il vigore animale, la voluttà erotica, la pigrizia e il languore, la libertà, l’abbandonarsi ai ricordi.
Questo insieme di temi e motivi fu consegnato alla poesia del Novecento: divenne modello di comportamenti e di trascrizioni poetiche. Il destino del viaggio e della fuga divenne una componente forte, da scegliere o lasciare, per la biografia di tanti poeti e per eventuali autoritratti. La scelta portò con sé, spesso, l’accentuarsi della nota autoironica, la progressiva consapevolezza della irrealtà del sogno, la trasformazione del languore in inerzia, del sogno in disincanto.