kirchner: biografia e opere

Appunto inviato da bettatoniato
/5

Kirchner, pittore e scultore appartenente alla prima fase dell'Espressionismo tedesco. Tesina di storia dell'arte sulla biografia, stile dell'artista e analisi dell'opera "Cinque donne per strada" (7 pagine formato doc)

KIRCHNER: BIOGRAFIA E OPERE

Ernst Ludwig Kirchner.

Kirchner (1880-1938) è il rappresentante più importante della prima fase dell’espressionismo in Germania. Il 7 giugno del 1905 Kirchner insieme a Fritz Bleyl, Karl Schmidt-Rottluff ed Erich Heckel fonda a Dresda il movimento artistico Die Brücke (Il Ponte), la cui volontà è quella di unirsi alle forze di avanguardia espressioniste che in quegli anni si sviluppano in Europa. In occasione della prima esposizione della Brücke tenutasi nel 1906 a Dresda Kirchner formula il programma del gruppo e lo incide nel legno.
Si tratta di un’esortazione vitalistica a fare qualcosa di nuovo. Le prime opere dell'artista sono influenzate dal Divisionismo neoimpressionista di Seurat e di Signac e soprattutto dalla pittura espressiva di Van Gogh nel ricorso a una materia densa e a pennellate decise e ben evidenti, come ci testimoniano i ritratti a figura intera di questo periodo. Dal 1907 egli soggiorna a sud di Dresda, a Goppeln, dove dipinge diversi paesaggi.

Kirchner: biografia, opere e stile

ERNST LUDWIG KIRCHNER: OPERE

Nell'estate del 1908 Kirchner si reca sull'isola baltica di Fehmarn accompagnato da Emmy Frisch, la futura signora Schmidt-Rottluff, e suo fratello Hans. Qui la sua pittura si arricchisce di un'inedita spontaneità di esecuzione, di colori diluiti e di un cromatismo maggiormente contrastato.Nel 1910 Kirchner partecipa insieme agli altri artisti della Brücke alla Nuova Secessione fondata a Berlino da Pechstein e partecipa alle sue mostre alla Galleria Maximilian Macht. Nel 1911 l'artista lascia definitivamente Dresda per stabilirsi a Berlino dove raggiunge Pechstein e Müller. Il trasferimento nella metropoli sancisce l'incontro con le tendenze artistiche del Cubismo e del Futurismo. Nelle sue tele ora tende a una maggiore semplificazione delle forme e a un uso di colori puri per esaltarne la forza luminosa. Insieme a Pechstein, Kirchner fonda una scuola d'arte di "Moderner Unterricht in Malerei" e conosce alcuni poeti e letterati che ritrae e dei quali illustra le opere. Incontra la ballerina Erna Schilling che diventa la sua compagna e si occupa del suo atelier.

L'Espressionismo di Kirchner e Matisse a confronto

KIRCHNER: STILE

L'artista coltiva sempre di più il proprio stile fino a giungere alle famose scene di strada dove il tenero stile di Dresda volge verso forme più spigolose. 1913 l'artista si occupa di scrivere il testo della Cronaca della Brücke che conteneva di ciascun membro le stampe tirate a mano e le fotografie di dipinti. Essa però non trova l'approvazione degli altri soci tanto che si decide di non pubblicarla e si procede allo scioglimento del gruppo. In calce alla lettera con quest’annuncio manca la firma di Kirchner.Da questo momento comincia il declino fisico e psicologico di questa singolare figura di artista. L’anno successivo, allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, parte volontario per il fronte, ma l’esperienza della guerra lo distrugge nel profondo. Nel 1917 fu congedato per insanità mentale. Gli amici lo portano in Svizzera, a Davos. Qui recuperò parte della sua lucidità, ma l’equilibrio interiore era ormai minato. Nel 1937 i suoi quadri furono esposti nella mostra voluta dai nazisti sull’«arte degenerata».