Tangentopoli: storia in breve

Appunto inviato da kolvo
/5

Tesina per l'esame di maturità sul caso Mani Pulite contro il fenomeno Tangentopoli (8 pagine formato doc)

TANGENTOPOLI: STORIA IN BREVE

Il caso Mani Pulite.

Approfondimento d’esame anno 2007/2008
IL CASO MANI PULITE
1.1    Introduzione
Mani pulite è un’indagine giudiziaria attuata contro la corruzione del mondo politico e finanziario distribuita a livello nazionale in Italia agli inizi degli anni ’90.
Il nome “mani pulite” deriva dalla denominazione di questo fenomeno anche in altri paesi europei come l’Inghilterra e la Francia (clean heands).
Tutta questa indagine portò alla fine della prima repubblica italiana (cioè tutta l’organizzazione creata con la costituzione nel 1948,formata principalmente dai Socialisti Italiani e da Democrazia Cristiana)con la conseguente scomparsa dei suoi partiti cardini.
Il sistema di corruzione dei partiti prese il nome di Tangentopoli.

Tesina maturità sul fenomeno corruttivo

 

TANGENTOPOLI IN BREVE

1.2     L’inizio
Il fenomeno Tangentopoli prese piede il  17 febbraio 1992,quando un giovane Antonio Di Pietro (allora pubblico ministero)chiese al GIP di Milano la cattura di Mario Chiesa,noto membro delle PSI (partito socialista italiano) e da qui partì la prima inchiesta di Di Pietro cioè Mani pulite.
Curiosa la definizione che diede Bettino Craxi,allora presidente del partito socialista,di Chiesa ; lo definì un “mariuolo isolato” cioè una scheggia impazzita dell’invece sano partito socialista.
Il giudice Di Pietro
1.3    L’esponenziale aumento di denunce
Con queste incriminazioni ,anche Democrazia Cristiana perse tantissimi voto nelle elezioni del ’92,mentre l’opposizione ne guadagnò come ad esempio una giovane Lega Nord al suo solo terzo anno dalla fondazione;per questo motivo il Parlamento creatosi risultò alquanto debole e dovettero instaurare le elezioni anticipate solo 2 anni più tardi.
Tornando alle corruzioni,proprio nell’aprile del ’92 moltissimi industriali sia della maggioranza che dell’opposizione,furono arrestati per corruzione.
Una volta confessato alcuni di essi partì una vera e propria catena che portò all’arresto di moltissimi politici di secondo piano,incriminati dai loro stessi leader di partito.
Ci fu anche un suicidio,nel settembre ’92 di Sergio Moroni ,cosa che scaturì l’ira di Bettino Craxi suo grande amico,il quale parlò di “clima infame”.

Tema sulla mafia

 

MANI PULITE LA VERA STORIA

2    Crollo della DC e aumento della Lega nel 1993
Nelle elezioni dicembrine la DC perse metà voti e Craxi,dopo aver ricevuto tanti avvisi di garanzia,si dimise nel febbraio ’93 da segretario del PSI.
L’indagine comunque proseguì su tutto il territorio italiano rivelando che la corruzione era veramente diffusa su tutta la penisola;basti pensare che ci furono tantissimi procedimenti contro il tesoriere della DC  Severino Citaristi,e quindi anche contro la pubblica amministrazione con parlamentari ed amministratori locali del partito di maggioranza.
Essendo che molti di essi facevano parte del governo Amato,il quale aveva sollecitato tutti i parlamentari inquisiti a lasciare il loro incarico, il governo vide un tasso di dimissioni altissimo in corso d’opera.
Quindi molti rappresentanti della PSI si costituirono e proclamarono la verità sul “conto protezione” cioè di un finanziamento illecito che aveva visto come destinatario il partito socialista,con mente Craxi e precettore materiale Martelli.

.