DANNI AL SISTEMA NERVOSO DOVUTO A DROGA

Appunto inviato da intina86
/5

Ricerca biologica sui danni provocati al sistema nervoso provocato dall'assunzione della droga (12 pagine formato doc)

QUADRO DI RIFERIMENTO BIOLOGICO La ricerca biologica ha consentito di acquisire significative conoscenze riguardo ai meccanismi secondo cui la droga, le diverse sostanze e i vari farmaci che inducono dipendenza agiscono sulle strutture nervose umane.
Il sistema nervoso è un sistema delicato e complesso e può essere alterato in modo irreversibile da molte sostanze. Fra queste le più pericolose sono le droghe. Il sistema nervoso è un complesso di organi altamente specializzati nelle loro funzioni che ci permettono di vedere,di udire e, soprattutto, di pensare. Il normale equilibrio psichico di un individuo, dipende in buona parte dall'integrità anatomica di queste strutture e dalla loro normale funzionalità.
Qualunque fattore che ne alteri la struttura, o la funzione, influisce sul normale corso dei pensieri, creando situazioni che definiamo “patologiche”. Il sistema nervoso dell'uomo è costituito da due parti: il sistema nervoso centrale; il sistema nervoso periferico. L' elemento funzionale di tutto il sistema nervoso è il NEURONE, o cellula nervosa. I neuroni possiedono la fondamentale proprietà di essere cellule conduttrici, in grado cioè di trasmettere segnali di natura elettrici, detti impulsi. Il neurone è costituito dal corpo cellulare, dove troviamo il nucleo e altri orfanelli cellulari fondamentali, e da cui si diramano due tipi di prolungamenti di lunghezza e aspetto diversi: i dendriti assomigliano a microscopici tentacoli che si ramificano già vicino al corpo cellulare e sono paragonabili a minuscole antenne che raccolgono i segnali provenienti dalle altre cellule nervose; l'assone è solitamente molto più lungo dei dendriti e si ramifica solo all'estremità formando numerose fibre terminali; esso è il prolungamento che porta gli impulsi elettrici dal corpo cellulare alla periferia, per raggiungere un'altra cellula nervosa, una fibra muscolare o una ghiandola. L'assone è avvolto dalla guaina mielinica, che fornisce sostegno e nutrimento e fanno da “nastro isolante”, in modo che ci sia una conduzione di impulsi più rapida ed efficiente. Ciascun assone termina con delle ramificazioni su ognuna delle quali troviamo un rigonfiamento, detto bottone sinaptico che, avvicinandosi ad un neurone, forma una fessura,una struttura di collegamento, detta sinapsi. Queste cellule hanno dimensioni microscopiche e, solo nel sistema nervoso centrale, ce ne sono circa trenta miliardi. Ma perché è così pericoloso l'uso della droga? Innanzitutto per la sua azione generale sul sistema nervoso, e quindi su tutto il nostro organismo,che si esplica con un' interferenza continua nella trasmissione degli impulsi nervosi. La droga infatti ,soprattutto quella pesante, va a sostituirsi ai mediatori (i responsabili della trasmissione degli impulsi a livello delle sinapsi) con le più tragiche conseguenze. Infatti è stato accertato che gli psico-stimolanti agiscono su recettori cerebrali sensibili alla dopamina, un' importantissimo mediatore chim