L'energia solare: ricerca

Appunto inviato da samgirl88 Voto 5

Ricerca sull'energia del sole, i sistemi fotovoltaici, i moduli fotovoltaici, l'inverter, il sistema d'accumulo dell'energia, il sistema elettronico di controllo della carica di accumulatori, gli impianti per l'alimentazione di piccole utenze di tipo domestico e i collettori solari (8 pagine formato doc)

ENERGIA SOLARE RICERCA

L’energia solare. Come quasi tutte le stelle, il Sole è un'immensa sfera di gas elio incandescente che, proprio per questo motivo è simile ad una centrale che produce un'enorme quantità di energia termica, e una parte di quell’energia giunge fino a noi qui sulla Terra. Sebbene sia un piccola parte, se la si paragona a tutta quella prodotta dal Sole, è di gran lunga superiore al fabbisogno energetico dell’intera umanità. Questa enorme stella irradia energia sotto forma di calore e luce che con alcuni accorgimenti architettonici possono essere sfruttati in modo passivo, ma con l’installazione di sistemi fotovoltaici e collettori solari possono venire sfruttati in modo attivo.
L'energia solare è proprio l'energia prodotta sfruttando direttamente l'energia termica del Sole che appunto arriva sulla Terra.

Impianto fotovoltaico: come funziona e caratteristiche

COS'E' L'ENERGIA SOLARE

In media si è calcolato che l'energia massima fornita in un giorno è circa 5 chilowatt/ora ma dipende molto dalla latitudine del sito, dalla stagione, dall’ora e dalla trasparenza dell’atmosfera. Infatti, se si prende come esempio il nord Italia, l'irraggiamento medio annuo a livello del suolo è di 1.200 chilowatt al metro quadro in pianura e di 1.500 chilowatt al metro quadro in montagna.

Quest’energia sarà probabilmente la più sfruttata del nuovo sistema energetico per vari motivi:
è disponibile in grandi quantità, è più diffusa di qualsiasi altra fonte energetica ed è adattissima per il riscaldamento dell’acqua (che rappresenta una gran parte dell’impiego energetico mondiale).
Ma l’energia solare può anche essere convertita in energia elettrica riscaldando l’acqua e ottenendo vapore per alimentare una turbina, oppure tramite celle fotovoltaiche (che in sostanza sono sottili lamine di silicio che, colpite dai raggi solari, producono energia elettrica).
Inoltre il prezzo di queste celle continua a diminuire grazie ai continui perfezionamenti e all’aumento della domanda e ormai sono già la fonte di energia elettrica più economica sul mercato per buona parte delle aree rurali in via di sviluppo.
Per quanto riguarda la manodopera gli impianti di energia rinnovabile creano più posti di lavoro delle industrie energetiche convenzionali e richiedono capitali ridotti.

Storia dell'energia elettrica: tesina

ENERGIA SOLARE FOTOVOLTAICA

I SISTEMI FOTOVOLTAICI
Per la fabbricazione delle celle oggi si utilizzano principalmente il silicio cristallino, il silicio amorfo e l'arsenuro di gallio. Le celle, di forma circolare o quadrata, hanno uno spessore di qualche decimo di millimetro e un'area di circa 100 cm². Ciascuna è in grado di erogare 1,2 - 1,5 Watt, ad una tensione di circa mezzo Volt, trasformando in energia elettrica il 10 - 15 percento dell'energia luminosa incidente sulla sua superficie.
Le celle fotovoltaiche, come le comuni pile, possono collegarsi fra loro per ottenere un modulo, e più moduli per formare un generatore fotovoltaico avente le caratteristiche di potenza e tensione desiderate.
Gli impianti fotovoltaici sono ormai utilizzati per tutti gli usi. Si va, per esempio, dall'alimentazione degli orologi, dei giocattoli, delle calcolatrici tascabili (circa un decimo di Watt) fino ai grandi sistemi con potenze di alcuni milioni di Watt (MW) connessi alla rete ENEL (a Serre, in provincia di Salerno esiste un impianto da 3,3 MW). Sono insostituibili per dare energia a ponti radio isolati sulle montagne o a sistemi per il rilevamento degli incendi nei boschi. Sono utilizzati negli impianti di pompaggio dell'acqua, ed in quelli di dissalazione dell'acqua di mare (Lampedusa, Lipari), per l'illuminazione di strade isolate, aereoporti, aree archeologiche (Sovana in provincia di Siena) o negli impianti di ricarica degli accumulatori di auto elettriche (Palermo).