Muri di sostegno a gravità: tesina

Appunto inviato da d4g0
/5

Un esempio di relazione e calcolo dei muri di sostegno a gravità per un progetto per l'esame di maturità: tesina svolta (7 pagine formato doc)

MURI DI SOSTEGNO A GRAVITA': TESINA

Costruzioni.

Muro di sostegno a gravità: relazione tecnica.
Progetto di verifica. Computo metrico. Relazione tecnica: L’opera sarà situata in località Pendinello di Sala Consilina (SA) e servirà al contenimento del terrapieno con un parcheggio sovrastante individuato nella particella n° 4-1720  foglio n° 18 del Comune di Sala Consilina. Il dislivello da superare è pari a 2,00 m (quindi non soggetto alla normativa anti-sismica).
Il giorno 24/05/2011, alla presenza del Sig. Cullari, si è proceduto ad un sopralluogo. Si è accertata la presenza di un primo strato di Argilla – terra umida per 70 cm e successivamente terreno vegetale di natura argillosa, per cui il peso specifico potrà essere assunto pari a 17 KN/m3; l’angolo d’attrito del terreno pari a 35°. Sarà, quindi, progettato un muro di sostegno a gravità con altezza pari a 2,00m, scarpa esterna del 20 %, Rck = 20 da N/mm2 ,.Come sovraccarico abbiamo un parcheggio del peso pari a 0,20 KN/m2. La Sigma ammissibile del terreno  è pari a 18 N/mm2 .  La lunghezza del muro è pari a 34 m.

Tesina sulle murature

PROGETTO MURO DI SOSTEGNO

Per evitare di lasciare scoperta a valle la base del muro, è bene assegnare a questo un’ altezza un po’ maggiore di quella del terrapieno, assumendo h= 2,20 m
Nel muro di sostegno a gravità la stabilità è affidata essenzialmente al peso proprio stabilizzante del manufatto.
Per il calcolo della spinta si è utilizzata la teoria di Coulomb. La formula utilizzata è:
S = 1/2  h2 tg2 (45° - 2)
In cui:
S = spinta
 = peso specifico del terreno
h = altezza del terrapieno
= angolo d’attrito del terreno.

Tesina sulla costruzione di un muro di sostegno

CALCOLO MURI DI SOSTEGNO

Calcolata la spinta contro il muro di sostegno, determinate le sue dimensioni di massima, si eseguono le tre verifiche di stabilità del muro : - alla rotazione, -allo scorrimento, -allo schiacciamento.
1.    Stabilità alla rotazione o verifica al ribaltamento del muro. La risultante del peso proprio, delle azioni permanenti e quelle di lunga durata non deve cadere al di fuori del nocciolo d’inerzia dell’intera sezione di base. Il rapporto fra il momento delle forze stabilizzanti e quello delle forze ribaltanti rispetto al lembo anteriore della base deve essere maggiore di 1,5
2.    Stabilità allo scorrimento o verifica allo slittamento del muro. Per la sicurezza allo slittamento lungo il piano di posa del muro, il rapporto tra la somma delle forze resistenti nella direzione dello slittamento e la somma delle componenti nella stessa direzione delle azioni sul muro deve essere non inferiore a 1,3.
3.    Stabilità allo schiacciamento. Questa verifica deve essere eseguita tenendo conto dell’inclinazione ed eccentricità della risultante delle forze trasmesse dal muro al terreno di fondazione. Il coefficiente di sicurezza non deve essere minore di 2.