Contratto: definizione e classificazione

Appunto inviato da djsimix
/5

Tesina sul contratto: definizione e classificazione. Descrizione del contratto di compravendita, contratto d'appalto, contratto di mandato, contratti bancari, contratto d'assicurazione e i contratti atipici (8 pagine formato doc)

CONTRATTO: DEFINIZIONE E CLASSIFICAZIONE

I contratti.


1.    Introduzione.  Secondo la definizione data dal codice civile, il contratto è "l'accordo di due o più parti per costituire, regolare, estinguere tra loro un rapporto giuridico patrimoniale". Gli elementi che permettono di distinguere il contratto dalle altre due figure più importanti di negozio giuridico (che sono il testamento e il matrimonio) sono il fatto che il contratto deve essere sempre a contenuto patrimoniale e stipulato almeno da due soggetti. Le parti di un contratto sono libere di determinare il contenuto dello stesso (in base al principio dell'autonomia contrattuale) purché questo avvenga entro i limiti previsti dal legislatore.

Contratto: definizione

IL CONTRATTO DIRITTO PRIVATO

I contratti si possono suddividere in svariate classificazioni; le più importanti sono le seguenti: contratti tipici e contratti atipici, a seconda che il legislatore preveda una disciplina specifica o meno; contratti bilaterali o plurilaterali, a seconda che le parti che stipulano il contratto siano due o più di due (come ad esempio avviene con la costituzione di una società); contratti a titolo oneroso e contratti a titolo gratuito a seconda che sia previsto il pagamento di un prezzo o meno; contratti a esecuzione istantanea o di durata a seconda che la prestazione delle parti sia concentrata nel tempo oppure venga posta in essere periodicamente o continuata nel tempo; contratti consensuali e contratti reali a seconda che si perfezionino con il semplice consenso, oppure che la loro efficacia sia subordinata al trasferimento della cosa; contratti a efficacia reale e contratti a efficacia obbligatoria a seconda che il risultato tra le parti si realizzi automaticamente oppure sorga tra le parti solo l’obbligo di porlo in essere.

Contratto: definizione e classificazione

CONTRATTO DI COMPRAVENDITA

2.    Il contratto di compravendita.

E’ un tipo di contratto che ha per oggetto il trasferimento della proprietà di una cosa o quello di un diritto contro il corrispettivo di un prezzo. Primo requisito della compravendita è l’accordo tra le parti, che può essere semplicemente verbale nel caso di vendita di beni mobili non registrati. Per la compravendita di beni registrati (ad esempio un'automobile)e di beni immobili (ad esempio una casa) sono richiesti invece la trascrizione nei pubblici registri e un atto scritto che comprovi il contratto.
Nella compravendita sia il venditore sia il compratore hanno degli obblighi:
OBBLIGHI VENDITORE
Egli ha l’obbligo di consegnare il bene nello stato in cui si trovava al momento della conclusione del contratto.
Deve garantire i vizi occulti, ovvero i difetti del bene che non si vedono.
Deve garantire il compratore dall’evizione: l’azione che un terzo soggetto può attuare per rivendicare la proprietà parziale o totale del bene venduto.
Per i beni mobili il venditore deve rilasciare un certificato di garanzia di buon funzionamento per un determinato numero di anni o mesi.
I beni di consumo sono legati al criterio di conformità ovvero che il bene consegnato sia conforme al bene concordato.

Contratti: classificazione

LA CAUSA DEL CONTRATTO

OBBLIGHI ACQUIRENTE
Egli ha il compito del pagamento del prezzo concordato e di tutte le spese di vendita.
PAGAMENTO A RATE
Un particolare tipo di compravendita, molto diffusa nel commercio delle autovetture, è quella a rate (o vendita con riserva di proprietà), in base alla quale il prezzo viene pagato in diverse quote entro una certa data. In questo caso il compratore si assume ogni responsabilità sull'efficienza e sulla conservazione del bene, e ne acquista la proprietà solo con il pagamento dell'ultima rata.