Immigrazione in Italia: tesina

Appunto inviato da antomarotta89 Voto 6

Il fenomeno dell'immigrazione in Italia: tesina (2 pagine formato doc)

IMMIGRAZIONE IN ITALIA: TESINA

Circa nel 1810 Genova iniziò a registrare un fenomeno totalmente nuovo, l'immigrazione, cioè persone che vengono a trasferirsi nella nostra città lasciando il proprio paese natale in cerca di benessere e lavoro, purtroppo però alcuni, non trovando lavoro. Circa nel 1810 Genova iniziò a registrare un fenomeno totalmente nuovo, l'immigrazione, cioè persone che vengono a trasferirsi nella nostra città lasciando il proprio paese natale in cerca di benessere e lavoro, purtroppo però alcuni, non trovando lavoro iniziano espedienti poco onesti, per questo molti cittadini hanno pregiudizi su di loro e da qui nasce la xenofobia.

Emigrazione ed immigrazione in Italia: tesina


IMMIGRAZIONE ED EMIGRAZIONE IERI E OGGI

Gli immigrati possono essere clandestini, profughi o regolari individui che si trasferiscono in paesi diversi dai loro. Clandestino è colui che viene illegalmente senza documenti, infatti, se vengono colti in flagrante dalle forze dell'ordine vengono rispediti da dove son partiti; spesso essi raggiungono l'Italia con vecchie bagnarole pericolose, perché esageratamente sovraccariche. Profugo, invece, è colui che lascia la propria patria per condizioni politiche a lui non tollerabili quindi può venire in un paese che più gli sembra ideale legalmente o illegalmente.

Saggio breve sull'emigrazione e l'immigrazione


TESINA TERZA MEDIA EMIGRAZIONE ITALIANA

Nella nostra città c'è un notevole aumento di flussi migratori, infatti, tutte le città ad un livello mediamente sviluppato stanno gradualmente trasformandosi in grandi società multietniche. A Genova, per esempio, gli zingari, meno offensivamente chiamati Room, hanno un accampamento alla Foce in Via Dei Pescatori; nelle vicinanze c'è un parco giochi quello di Piazza Rossetti attualmente degradato a causa della loro irrispettosa presenza, bisogna stare attenti a qualsiasi gioco dei bambini affinché non venga rubato, per non parlare di altalene, scivoli e altre cose letteralmente smontate e devastate.