Tesina sull'elettricità

Appunto inviato da giacomixxx
/5

Tesina sulla corrente elettrica: che cos'è l'elettricità, grandezze elettriche, circuiti elettrici, corrente continua o alternata, rendimenti elettrici, migliorare i consumi, pericoli elettrici, messa a terra e salvavita (5 pagine formato doc)

TESINA SULL'ELETTRICITA'.
COS'E' L'ELETTRICITA'

Elettricità. Che cos’è l’elettricità? L’energia elettrica soddisfa molti dei nostri bisogno vitali. Senza di lei la nostra vita cambierebbe completamente e anche la produzione industriale si fermerebbe. La parola elettricità ha un’origine antica: deriva dal greco elektron, che significa ambra. Questo termine indica la proprietà che manifestano alcuni materiali di elettrizzarsi se sono strofinati con un panno.

Tutte le sostanze nell’universo sono formate da molecole le quali sono diverse tra loro, ne esiste una per ogni sostanza. Le molecole a loro volta sono formate da atomi. I diversi tipi di atomi esistenti in natura sono 92. Tutti gli atomi hanno la stessa struttura. Vi è un nucleo centrale che comprende un certo numero di protoni e neutroni. Attorno al nucleo si muovono velocemente piccole particelle cariche di energia: gli elettroni.

Tesina sull'energia elettrica


TESINA SULLA CORRENTE ELETTRICA

Queste particelle sono 2000 volte più piccole dei protoni e possono trovarsi solo in determinati spazi più o meno lontani dal nucleo. Ai protoni è attribuita una carica positiva, mentre agli elettroni una carica elettrica negativa.Un atomo è neutro quando il numero di protoni è uguale al numero degli elettroni. Se per qualche sollecitazione esterna un atomo perde uno o più elettroni, si dice che abbia carica elettrica positiva. Se, al contrario un atomo acquista uno o più elettroni si dice che abbia carica elettrica negativa. Gli elettroni più lontani dal nucleo hanno più energia e per questo sono quelli che si staccano con maggior facilità dal nucleo cui appartengono. Questi elettroni, chiamati “liberi”, si muovono caoticamente nello spazio, ma in particolari condizioni chimiche il loro moto può essere orientato. In questo modo si genera la corrente elettrica, un flusso ordinato di elettroni liberi, che si spostano da un atomo all’altro, attraverso un conduttore. I vari materiali mostrano una diversa capacità nel permettere o nell’ostacolare il passaggio della corrente elettrica. Quelli ricchi di elettroni liberi mostrano un’elevata conducibilità elettrica e per questo si dicono conduttori. E’ il caso dei metalli e dell’acqua. Quelli poveri di elettroni liberi ostacolano il flusso della corrente elettrica e perciò si dicono isolanti elettrici. E’ il caso del legno, della plastica, della porcellana, del vetro e della gomma.

Energia elettrica: definizione


L'ELETTRICITA' SCIENZE: LE GRANDEZZE ELETTRICHE

Grandezze elettriche. In un circuito il flusso di elettroni può essere può essere prodotto da un generatore che crea una differenza di potenziale, cioè un accumulo di cariche elettriche negative ad un’estremità del circuito, e un uguale accumulo di cariche elettriche positive all’altra estremità. La differenza di potenziale fa fluire gli elettroni dai punti a potenziale più alto (con carica negativa maggiore) a punti a potenziale più basso (con carica negativa minore). La differenza di potenziale, la quale è chiamata anche tensione, si misura in volt (simbolo V). La quantità di cariche elettriche, che passano in un punto qualsiasi del circuito in un’unità di tempo (in un secondo), indica l’intensità elettrica, la quale si misura in ampère (simbolo A). Quando la corrente elettrica percorre un conduttore, incontra un’opposizione più o meno accentuata, chiamata resistenza. La resistenza che incontra la corrente elettrica dipende da più fattori:
•    Il materiale del conduttore: i migliori conduttori naturali sono l’argento e il rame.
•    La sezione del conduttore: la resistenza diminuisce se la sezione aumenta.
•    La lunghezza del conduttore: la resistenza aumenta se cresce la lunghezza.
•    La temperatura del conduttore: le alte temperature aumentano la resistenza.
La resistenza si misura in ohm (simbolo).