Nietzsche e la danza: tesina

Appunto inviato da gio187
/5

Nietzsche ha fatto della danza l'attività del suo concetto di superuomo e della sua proposta di un nuovo atteggiamento dell'uomo nei confronti della vita. Tesina di maturità su Nietzsche e la danza (2 pagine formato doc)

NIETZSCHE DANZA TESINA

La danza in tutte le sue forme, non può essere esclusa da una nobile educazione: danzare con i piedi, con le idee, con le parole, e devo aggiungere che bisogna saper danzare con la penna?”.


Nelle opere di Nietzsche (1844-1900), filosofo, compositore, poeta e filologo tedesco, convivono critiche distruttive verso il passato ed un appello al futuro, alla creazione di un uomo nuovo in grado di affrontare la tragicità della vita senza il bisogno di certezze filosofiche e religiose.


Nietzsche ha fatto della danza l’attività del suo concetto di superuomo e della sua proposta di un nuovo atteggiamento dell’uomo nei confronti della vita.

La danza è sempre stata legata a celebrazioni religiose, dal culto dei morti ai riti, dagli esorcismi alle pratiche magiche, ed ai riti di passaggio, dalla nascita al matrimonio, dall’iniziazione alla morte. Questa forma d’arte la possiamo trovare anche nell’amore come occasione d’incontro in alcune società o nel lavoro dei piantatori di riso giapponesi, che credevano che il ritmo della loro danza rendesse la semina maggiormente efficace e veloce.

Tesina di maturità sul linguaggio del corpo


NIETZSCHE E LA DANZA: TESINA

Allontanandosi dagli inganni della metafisica che costringono l’individuo a movimenti meccanici, il corpo di Zarathustra, fiero e consapevole di sé, esprime se stesso attraverso la danza, in cui, come afferma in “Frammenti”, si realizzano manifestazioni di forza, sensazioni di potenza, raffinamento nella percezione di piccole cose, abbellimento e semplificazione delle forme. Il corpo può raggiungere bellezza e creatività ideando nuove forme fatte da se stesso. La danza di Zarathustra ha come obiettivo l’accettazione dell’eterno ritorno delle cose.
La danza, da sempre, è stata oggetto di critica del Cristinanesimo in quanto legata al corpo e quindi vista come forma di peccato e di trasgressione, ma Nietzsche sostiene che per troppo tempo l’uomo ha dovuto sostenere ingiustificatamente il peso di Dio che impedisce all’anima di elevarsi e danzare.

Riassunto su Nietzsche e la nascita della tragedia


TESINA MATURITA': NIETZSCHE E LA DANZA

Io crederei solo ad un dio che sapesse danzare. E quando vidi il mio diavolo, lo trovai serio, esatto, profondo e solenne. Era lo spirito della gravità, per lui precipitano tutte le cose: non si uccide con l’ira, ma con il sorriso. Su, uccidiamo lo spirito di gravità! Ora sono leggero, ora volo, ora mi vedo sotto di me, ora è un dio che si serve di me per danzare”. (Così parlò Zarathustra). Nella danza prende forma la parte spirituale presente in ogni individuo, perché il danzatore supera quei gesti quotidiani e di facciata per poter esprimere il senso della propria esistenza.