Tesina maturità su Kierkegaard, Diario del seduttore

Appunto inviato da elenailariapesenti
/5

Tesina di maturità su Kierkegaard e "Diario del seduttore": riassunto e analisi dell'opera (8 pagine formato doc)

TESINA MATURITA' SU KIERKEGAARD, DIARIO DEL SEDUTTORE

Tesina maturità su Kierkegaard, Diario del seduttore -  Vita: Søren Aabye Kierkegaard nasce a Copenaghen il 5 maggio del 1813.

La sua infanzia trascorrerà in un’atmosfera di esasperata sensibilità religiosa. Il padre, il ricco commerciante Michael Pedersen, è tormentato da rimorsi e scrupoli; già da qualche tempo si è ritirato dagli affari, la cui miracolosa fortuna viene intesa come una promozione maligna, ma sarà la morte, uno dopo l’ altro, di cinque dei suoi sette figli e ancora della seconda moglie (tra il 1819 e il 1834) a convincerlo sempre di più di una maledizione divina che gli sta sterminando la famiglia, per condanna dei suoi peccati di provocazione, di bestemmia  e di lussuria.
Michael Pedersen si occupa ormai solo di letture religiose, di pratiche di devozione e dell’ educazione, dopo essere entrato in contatto con un’ ambiente pietista, in un cristianesimo duro e troppo esigente, dei due figli rimasti: Søren e Peter Christian.
Nel 1830 Kierkegaard si iscrive alla Facoltà di Teologia dell’ Università di Copenaghen, dove conoscerà il giovane e brillante teologo Hans Lassen Martensen, il suo più grande avversario.

Estetismo: tesina svolta e collegamenti

KIERKEGAARD: VITA

Il 1835 è l’ anno in cui frequenta maggiormente i teatri, dove ascolta il Don Giovanni di Mozart.
Il 22 gennaio del 1837 Kierkegaard ha la convinzione di dover morire come Cristo  all’ età di 33 anni.
Con la primavera, a maggio conosce in casa di amici la quattordicenne Regina Olsen.
Attratto dal desiderio di deviare dalla vita religiosa, asseconda la tentazione di rendersi più interessante e di dare dimostrazioni di eccentricità, esagerando la stranezza dei comportamenti (si mostra più corrotto e capace di qualche abitudine degradante).

Crescono di conseguenza le tensioni con il padre che disapprova lo scarso profitto scolastico e l’atteggiamento ridicolo del figlio. Per questo motivo si arriva ad una breve separazione il 1° settembre (Kierkegaard lascia la casa paterna e va a vivere per conto proprio ).
Nel 1838, con la morte dell’ amico e maestro POUL MØLLER, Kierkegaard è sempre più sofferente, scontento e irritabile fino al culmine di una crisi di suicidio. Comunque la disperazione è ciò che lo coinvolge e concentra di più. Lo scrivere sta diventando la sua idea esclusiva.
Il 5 maggio torna a vivere in casa e si riconcilia con il padre, il quale morirà due mesi dopo. Kierkegaard giura di impegnarsi per laurearsi in Teologia in memoria del padre, da cui riceve anche in eredità un buon patrimonio che gli permetterà di vivere di rendita.

Tesina di maturità sulla malattia

KIERKEGAARD, DIARIO DEL SEDUTTORE: RIASSUNTO

Il 3 luglio del 1840 si laurea in Teologia.  Tra l’8 e il 10 settembre fa la proposta di fidanzamento e si fidanza ufficialmente con Regina Olsen, ma il giorno dopo è già pentito e capisce che è un errore poiché  non ha mai pensato di volersi sposare. Ha l’ impressione che Regina ambisca troppo al mondo e che manchi di una vera disposizione religiosa.
L’ 11 agosto del 1841 restituisce l’ anello di fidanzamento a Regina e, dopo varie crisi, l’ 11 ottobre avviene la rottura definitiva con lei, per voglia di insegnarle l’ umiltà, per troppa malinconia, per inadeguatezza alla vita, perché è già fidanzato con Dio, per condurre un’ esistenza incorporea, cui la ragazza non potrebbe mai resistere. Regina passa dalla considerazione quasi arrogante di sé alla disperazione più scomposta, fino a minacciare il suicidio. E’ lei che con il non rassegnarsi stimola Kierkegaard a essere più spietato e a suggestionarsi con il proposito di farle credere di essere un seduttore e il peggiore Don Giovanni.
Il 25 ottobre Kierkegaard lascia Copenaghen per un viaggio di studio a Berlino, dove può ascoltare anche le lezioni di Schelling, che, dopo le grandi aspettative, lo delude terribilmente. Lavora alla stesura di Enten-Eller [Aut-Aut] o va ad ascoltare il Don Giovanni. E non mancano i tentativi di fare avere notizie di sé a Regina per angosciarla a distanza e rieccitarla con il sospetto di esserne comunque innamorato.