La nascita della società dei consumi: tesina maturità

Appunto inviato da koebenhavner Voto 8

Società dei consumi: tesina che analizza i fattori che hanno portato alla nascita del consumismo. I collegamenti sono con le seguenti materie: fisica, filosofia, storia e storia dell'arte (8 pagine formato doc)

LA NASCITA DELLA SOCIETA' DEI CONSUMI: TESINA MATURITA'

Titolo: La nascita della società dei consumi
Materie: Fisica, Filosofia, Storia, Storia dell’arte
Il XX secolo è caratterizzato dell’avvento della società industriale a livello mondiale che grazie alla produzione a basso costo e il miglioramento del tenore di vita medio, portò le masse ad una sempre maggiore conformazione, ad uno stile di vita permeato dal consumismo sul modello di quello americano.

Questo cambiamento radicale dello stile di vita ebbe due svolte fondamentali, prima e dopo le due guerre mondiali. 

Tesina maturità sul consumismo

SOCIETA' DEI CONSUMI: SIGNIFICATO

Agli inizi del ‘900 appare la cosiddetta società dei consumi, che si differenzia da quella ottocentesca, che invece viveva a livelli di sussistenza.

Cambiò in maniera significativa il modo di produrre: durante la seconda rivoluzione industriale, grazie alle innovazioni tecnologiche che questa comportò (ad esempio l’elettricità, il petrolio, l’acciaio, i prodotti chimici), gli imprenditori mirarono a ridurre i costi di produzione immettendo nel mercato prodotti a basso costo, accessibili anche a quella fascia di popolazione meno abbiente. Nacque così la produzione standardizzata, che consentiva di realizzare prodotti semplici, uguali, fatti in serie in modo rapido e a prezzi contenuti ed accessibili.
Un esempio di questo cambiamento è Henry Ford. La Ford è un’impresa automobilistica americana che contribuì alla motorizzazione del paese grazie alla fabbricazione della macchina “modello T”, che si protrasse fino al 1927 ed ebbe come picco massimo la produzione di 250.000 esemplari in un anno.
Ford, applicando le teorie di Taylor, aveva capito che abbassando il prezzo della merce grazie al lavoro alla catena di montaggio e aumentando i salari si allargava di conseguenza la fascia di potenziali acquirenti. Il fordismo divenne quindi il simbolo della produzione di mezzi di consumo a livello di massa. Inoltre per migliorare la produttività cominciarono a crearsi nuove figure, i managers che controllavano e dirigevano gli operai in modo da renderli il più possibile produttivi ed eliminare i tempi morti.

Il boom economico e la nascita della società dei consumi: tesina

SOCIETA' DEI CONSUMI: STORIA

Fu necessaria un’istruzione sempre più larga a causa delle nuove esigenze produttive che si venivano a creare, in particolare per la sempre maggiore complessità delle macchine che venivano usate. L’istruzione fece si che le masse si rendessero maggiormente conto della loro situazione, aprendo lotte per contare di più sul piano politico e per avere salari più giusti e condizioni di lavoro favorevoli. In questo senso, la nascita di partiti e sindacati, aiutò molto l’integrazione sociale degli strati popolari: con l’entrata in gioco delle masse nella vita politica, si rendeva necessario cambiare anche il linguaggio politico; frasi semplici, slogan, che dovevano essere capiti da tutti ed assimilati. Per questo ebbero molto successo le ideologie politiche: le grandi teorie elaborate nel secolo precedente si trasformarono in slogan, in un sistema di luoghi comuni che furono capiti ed assimilati anche da chi aveva un’istruzione minima.
A fine ‘800 nei principali paesi europei sorsero dei partiti socialisti,  che avevano come dottrina ufficiale il marxismo e che avevano come obiettivo quello di rendere più partecipe e più consapevole la classe operaia: le lotte che si assunsero furono infatti per la conquista dei diritti politici, in particolar modo il suffragio, e per il miglioramento delle condizioni di lavoro (limite di otto ore lavorative, assicurazioni contro gli infortuni, previdenza per la vecchiaia e sussidi per i disoccupati).  

La società dei consumi e la pubblicità, appunti

NASCITA DELLA SOCIETA' DEI CONSUMI

In sintesi si può dire che la società di massa si sviluppò grazie alla nascita dei consumi di massa (favoriti dalla produzione seriale e dall’aumento dei salari) e dell’integrazione degli strati popolari nella società (favoriti dalle ideologie politiche).

Fondamentale da ricordare è anche la nascita di nuove classi, legate alla sempre maggiore complessità che andava assumendo la società. Queste erano per lo più impiegate nel settore terziario, ovvero quel settore che stava prendendo il posto di quelli tradizionali e che era incentrato sui servizi. I servizi necessari erano quelli per connettere meglio i mercati (trasporti, banche, mercati all’ingrosso) e per incrementare la quantità di informazioni a disposizione dei cittadini (scuola, ricerca, amministrazione, editoria). La nascita e lo sviluppo del settore terziario ebbe come conseguenza la riduzione della classe operaia.