Cos'è il vento: tesina

Appunto inviato da susannamorelli95
/5

Percorso per il liceo scientifico sul vento: Cos'è il vento, come si forma e come nasce, come si comporta il vento e le ripercussioni che ha avuto ed ha sulle società. Le materie coinvolte sono: fisica, storia, arte e scienze (14 pagine formato doc)

COS'E' IL VENTO: TESINA

Il Vento.

Cosa è, come si comporta e che ripercussioni ha avuto (ed ha) sulla società
Materie coinvolte: Fisica, Storia, Arte e Scienze
Tesina Liceo scientifico statale Alberto Einstein Milano
Indice: terminologia, la partenza e il volo, l'importanza del vento per la rinascita dell'aviazione tedesca, l'architettura del vento e la torre da Vinci, l'energia eolica e fonti.
Introduzione - Partendo da una passione personale, che è la navigazione a vela, ho pensato di approfondire le mie conoscenze riguardo al vento ed alle sue applicazioni.

Storia della navigazione nel Mediterraneo: tesina di maturità

COME SI FORMA IL VENTO

La prima volta che sono salita su una barca ero troppo piccola per apprezzarla appieno. 4 anni fa ho ripreso questo sport con poca convinzione, cambiando idea nel giro di pochissime ore, dopo essermi resa conto di quanto sia completo come sport ma non solo.

Mi ha permesso di vedere luoghi meravigliosi, di realizzare l’importanza del vento negli aspetti più semplici e comuni della vita e di considerarne le innumerevoli applicazioni. Entrando nel mondo della vela da perfetta estranea sono stata accolta a braccia aperte da persone intressantissime, ognuna con una storia diversa e pronte a insegnare tutto ciò che sanno. Ciò che più mi ha colpito è stato rendermi conto dell’importanza che chi fa vela dà alla natura e alla sua preservazione, apprezzandola in ogni aspetto, positivo e negativo, imparando a conoscerla tramite anche gli aspetti climatici, riuscendo a prevederne i possibili mutamenti da dettagli piccolissimi. Fare vela non richiede alcuna conoscenza tecnica, spesso al contrario fornisce esempi pratici di leggi fisiche, rendendole più facili da capire. In ogni caso imparare a conoscere il vento risulta molto importante per garantire la buona navigazione e la sicurezza, sia in mare che a riva.
Fin dalle origini dell’uomo il vento è stata una fonte fondamentale per la vita dell’uomo, ma ancora dopo millenni non si è arrivati a comprenderlo e sfruttarlo appieno.

La navigazione come viaggio metaforico: tema svolto

LE AZIONI DEL VENTO

Terminologia - È Aristotele (384-322 a.c.) uno dei primi studiosi dell’argomento, in un estratto da “Meteorologia” si ha la pri¬ma spiegazione sull’origine del vento: “dal riscaldamento della terra ad opera del sole si genera di necessità un’esalazione non semplice, bensì di due tipi: una più si¬mile al vapore, l’altra più simile al soffio. L’esalazione umida è alla base del meccanismo di formazione delle nubi, della pioggia, della neve, delle sorgenti, dei fiumi, della rugiada e della brina; l’esalazione secca, altamente infiammabile, produce le comete, le stelle cadenti, i venti, i terremoti, i fulmini, i turbini, i tifoni”.
Oggi sappiamo che il vento è il movimento di una massa d'aria atmosferica da un'area di alta pressione (anticiclonica) ad un'area di bassa pressione (ciclonica). Generalmente con questo termine ci si riferisce alle correnti aeree di tipo orizzontale, mentre per quelle verticali si usa il termine “correnti convettive” che si formano per instabilità atmosferica verticale. In presenza di due punti con differente pressione atmosferica si origina una forza detta forza del gradiente di pressione o forza di gradiente che agisce premendo sulla massa d'aria per ristabilire l'equilibrio.