Verifica della legge di Boyle.

Appunto inviato da leoneverdenero
/5

Relazione di Laboratorio di Fisica sulla legge di Boyle (2 pagine formato doc)

Per verificare la legge di Boyle abbiamo usato questo apparecchio, formato da una pompa, per fare aumentare la pressione, collegata ad un manometro per misurare la pressione, collegato a sua volta ad un cilindro di vetro contenente olio sul fondo e aria nella parte restante.
Quando il professore pompava la pressione aumentava, aumentava il livello dell’olio e diminuiva quello dell’aria; quando la pressione diminuiva succedeva l’inverso. STRUMENTI: Manometro, cilindro di vetro chiuso, pompa. Il manometro ha una sensibilità di 20kPa e va da 0 a 400 KN/m² PREMESSE TEORICHE: Formule: Legenda: P•V=K P= Pressione V= Volume K= Costante SVOLGIMENTO: Per verificare la legge di Boyle abbiamo usato un cilindro di vetro chiuso con dell’olio sul fondo e aria nella parte rimanente collegato ad un manometro, collegato a sua volta con una pompa. Spingendo sulla pompa si aumentava la pressione, quindi l’olio saliva e l’aria si comprimeva, diminuendo il volume.
Le due grandezze P e V sono inversamente proporzionali, quindi all’aumentare di una l’altra diminuisce e viceversa. Poi abbiamo calcolato la costante K moltiplicando la pressione P indicata sul manometro per il volume V dell’aria indicato sul cilindro graduato. La temperatura nella legge di Boyle è sempre costante. Questa è la tabella usata per calcolare la costante K. : questo esperimento è stato molto facile, perché in pratica noi dovevamo solo osservare e scrivere i dati che ci diceva il professore. Il nostro grafico pratico non corrisponde perfettamente al grafico teorico perché abbiamo approssimato a 0,5 cm³, mentre le graduazioni del volume dell’aria erano un decimo