Relazione sull'attrito statico e dinamico

Appunto inviato da giuliapulce
/5

relazione di fisica sull'attrito statico e dinamico (6 pagine formato doc)

Relazione sull'attrito statico e dinamico - Quando due superfici si toccano, anche se sembrano perfettamente aderenti, in realtà sono in contatto solo in pochi punti, dove le particelle costituenti (atomi o molecole) vengono sottoposte a fortissime pressioni che tendono a farle muovere le une rispetto alle altre, rompendo le forze di coesione o addirittura, nel caso delle molecole, spezzandone i legami chimici.

Come risultato, si verifica il distacco di particelle superficiali dei materiali coinvolti (usura) e contemporaneamente avviene la trasformazione di energia meccanica (di movimento) in calore (la cui entità può essere tale da determinare la fusione dei materiali).

Leggi anche La differenza tra attrito dinamico e statico

La forza di attrito si calcola:

Fa(forza d'attrito) = K * Fn(forza normale);

Il corpo inizia a scivolare, quando Fa è uguale a F.

Leggi anche Appunti sulla dinamica e l'attrito

L'attrito è un termine usato per indicare l'effetto di forze dissipative di varia natura, che ostacolano il moto relativo tra due superfici a contatto.
È possibile distinguere tre forme principali di attrito: l'attrito interno, l'attrito radente e l'attrito volvente.