La caffettiera moka

Appunto inviato da antor89
/5

Tesina di Fisica sulla caffettiera moka (5 pagine formato doc)

Il calore fornito dal fornello scalda sia l'acqua della caldaia, sia il sottile strato di vapore che si interpone tra il filtro e l’acqua stessa.
All’aumentare della temperatura aumenta l’agitazione termica delle molecole del vapore e, quindi, anche la pressione. (A 25°C la pressione del vapore saturo è di circa 3 kPa). Quando la pressione assume il valore di 50 kPa, il vapore esercita una spinta, sulla superficie dell’acqua che, vincendo la forza di gravità, porta l’acqua stessa a risalire attraverso il filtro. La pressione che il vapore esercita sull’acqua si distribuisce uniformemente in tutte le direzioni secondo il principio di Pascal per cui l’unica “via d’uscita” per il liquido risulta l’imbuto che porta al filtro. La porzione d’acqua più vicina all’estremità inferiore dell’imbuto, la prima ad essere spinta verso l’alto, ha una temperatura di 80°C ed è sottoposto a una pressione complessiva di150kPa.
(Pressione atmosferica, 100 kPa + 50kPa, pressione di vapore). La temperatura di ebollizione per questo valore di pressione corrisponde a 110°C, per cui l’acqua sale senza mai bollire.