Composizione di forze: relazione di fisica con immagini

Appunto inviato da teo010590
/5

Relazione sulle composizioni di forze. Tesina di fisica con formule, immagini e schemi riassuntivi (7 pagine formato doc)

Titolo: Composizione di forze Titolo: Composizione di forze Obiettivi: 1)Comporre forze che hanno la stessa direzione e stesso verso 2) Comporre forze che hanno la stessa direzione ma verso opposto 3) Comporre forze che sono applicate allo stesso punto ma aventi direzione e verso opposti.
Trovare la risultante di più forze Dispositivo impiegato: L'intensità di una forza si misura in Newton (N). La forza di gravità che agisce su un oggetto (il suo peso) si può misurare con uno strumento detto dinamometro. Lo strumento contiene una molla che si distende in maniera proporzionale alla forza applicata e visualizza l'intensità della forza su una scala. I VETTORI DEFINIZIONE: in fisica si chiamano vettori quelle grandezze(a) che sono note completamente solo definendone tre attributi.
Gli attributi sono solitamente chiamati MODULO - DIREZIONE - VERSO. IL MODULO è il valore del vettore secondo una certa unità di misura: dire che la velocità di una massa è 36 m/s oppure 36.000 mm/s è la stessa cosa, ma i due numeri sono diversi(b) perchè diversa è l'unità di misura. LA DIREZIONE è la retta sulla quale il vettore giace: ad esempio il moto è orizzontale, verticale, ecc. IL VERSO: In questo caso occorre adoperare la parola "verso" per definire il "verso del vettore".Il verso del vettore è il luogo verso il quale il vettore è diretto: su, giù, destra, ecc. RAPPRESENTAZIONE: graficamente attraverso segmenti RAPPRESENTAZIONE GRAFICA: questo metodo consiste nel disegnare un segmento rettilineo che contiene i tre parametri elencati nella definizione: IL MODULO è dato dalla lunghezza del segmento secondo una certa unità di misura e secondo una certa scala di rappresentazione, per cui, prima di giudicare il valore di un vettore disegnato, occorre identificare sia la scala che l'unità di misura. LA DIREZIONE è non solo la retta di cui il vettore è un segmento, ma anche tutte le sue parallele(d). IL VERSO è rappresentato per convenzione da una punta a forma di freccia: il modulo comprende anche la lunghezza della punta Esso viene identificato dalle seguenti quantita': modulo, direzione e verso. La sua direzione e' data dalla linea retta nello spazio su cui giace il vettore, il suo modulo e' rappresentato dalla lunghezza del vettore, il suo verso e' dato dall'orientazione del vettore sulla sua linea retta. Forze coincidenti concordiSi definiscono forze coincidenti concordi,due o più forze che agiscono lungo la stessa direzione e sono orientate nello stesso verso; la risultante è una forza che ha la stessa direzione ed il verso delle componenti ed intensità pari alla somma delle loro intensità. fig. 2 La forza è la risultante delle forze . Forze coincidenti discordiSi definiscono forze coincidenti discordi,due o più forze che agiscono lungo una stessa direzione e sono orientate inverso contrario; la risultante è una forza che ha la stessa direzione delle componenti, il verso delle forze maggiori ed intensità pari alla somma algebrica delle componenti. fig. 3 La forza è