La Francofonia francese: tesina

Appunto inviato da theblackpearlool
/5

la francofonia in generale, l'OIF (l'organizzazione internazionale della Francofonia), la distribuzione geografica della lingua francese con statistiche e percentuali, cenni storici sulla nascita della lingua francese e i primi documenti in lingua francese (1 pagine formato txt)

LA FRANCOFONIA FRANCESE: TESINA

Francofonia.

Stanziata sulla punta occidentale dell'Europa, la Francia (in francese France /f???s/), con i suoi 551.695 km², è il più vasto paese dell'Unione Europea, al cui interno ospita ben 65.586.000 francesi.
Quinta potenza economica mondiale, la Repubblica francese possiede inoltre un vasto numero di dipartimenti e territori d'oltremare in America, Asia e Oceania, considerati i quali, essa risulta essere il secondo Stato più vasto dopo la Russia, e il terzo più popolato d'Europa, preceduta solo dalla Russia e dalla Germania.

Dalla prima alla quinta Repubblica francese: riassunto di storia


FRANCOFONIA COS'E'

Lingua ufficiale della Francia è il francese, il quale appartiene al gruppo delle lingue romanze della famiglia indoeuropea.
Nel 1880 il geografo francese Onésime Reclus (1837-1916) conia il termine "francophonie" per definire l'insieme delle persone e dei Paesi che condividono l'uso di tale idioma come lingua di comunicazione a diversi livelli: lingua madre, straniera, seconda lingua, o d'insegnamento.
Reclus diede così quel fondamentale incipit che incoraggiò la nascita di una lunga serie di associazioni e movimenti che da quel momento si adoperarono per contribuire al consolidamento del movimento francofono nel mondo, quali l'Adelf, l'associazione degli scrittori della lingua francese fondata nel 1926, e l'Unione della stampa francofona, che vide la luce nel 1950 col nome di Unione internazionale dei giornalisti e della stampa della lingua francese.

Francophonie: tesina di francese


FRANCOFONIA IN AFRICA

Gli anni a venire videro inoltre la nascita di numerose radio pubbliche francofone, di cui la più importante è rappresentata da Radio France, fondata nel 1955; il 1984 è invece l'anno della televisione francofona TV5, nata dall'alleanza di cinque televisioni pubbliche quali TF1, Antenne 2 e FR3 per la Francia, RTBF per il Belgio e TSR per la Svizzera.
Tra il 1960 e il 1961 hanno visto la luce altre istituzioni di notevole importanza, rispettivamente la Confemen (Conférence des Ministres de l’Education des pays africains et malgache d’expression française), che rappresenta la più antica istituzione intergovernamentale francofona che ha raggiunto oggi la considerevole somma di 44 Stati e governi membri, e l'Associazione degli universitari parzialmente o interamente di lingua francese, che diverrà nel 1999 l'Agence universitaire de la Francophonie (AUF).
Infine, degno di nota è anche il primo dei Centri di lettura e d'animazione culturale, il Clac, inaugurato nel 1986 con lo scopo di offrire alle popolazioni delle zone rurali e dei quartieri più sfortunati un accesso ai libri e alla cultura.

Tesina sulla Francofonia, l'OIF e l'economia francese


PAESI FRANCOFONI

OIF: "Egalité, complémentarité, solidarité".
Il 20 marzo del 1970 i 21 Paesi che presero parte alla Conferenza di Niamey in Niger, firmarono il trattato per l'istituzione dell'Agence de coopération culturelle et technique (ACCT), una nuova organizzazione intergovernamentale fondata sulla condivisione di una lingua comune, il francese, e sulla promozione della cooperazione culturale tra gli Stati membri.

Prima ACCT e poi AIF nel 1998, diviene l'Organisation internationale de la Francophonie (OIF) nel 2005, e consta oggi di 77 Paesi membri - più di un terzo dei membri dell'ONU - di cui 57 membri e 20 osservatori.