Tesina sulla globalizzazione: storia e origini

Appunto inviato da davideamorevole
/5

La globalizzazione: storia dalle sue origini, i fattori, le imprese globali, gli effetti socio-economici della globalizzazione, le trasformazioni nel lavoro, l'internazionalizzazione del crimine e l'omologazione dei comportamenti. Tesina sulla globalizzazione (3 pagine formato docx)

GLOBALIZZAZIONE: DEFINIZIONE

La globalizzazione.

Il termine globalizzazione indica l’estendersi delle relazioni a tutti i paesi del mondo, causata dagli scambi internazionali di beni e servizi, dalla diffusione delle telecomunicazioni e della tecnologia. I due elementi chiave della globalizzazione sono: -la dimensione, ossia la scala spaziale planetaria e –l’intensità delle connessioni tra gli stati e le società della Terra. La fase attuale è caratterizzata dalla compressione spazio-temporale generata dall’erosione dei limiti della distanza e del tempo operata dalla comunicazione elettronica.
Il punto cruciale riguarda la liberalizzazione dei mercati finanziari. Di fronte ai flussi di capitale l’economia mondiale si dimostra vulnerabile ed esposta alle crisi. In assenza di un governo dei mercati finanziari globali, la loro intensità è destinata ad aumentare.

Globalizzazione: storia

GLOBALIZZAZIONE STORIA: TESINA

I mercati si dimostrano maggiormente sensibili alle vicende che coinvolgono i paesi più sviluppati, come gli stati uniti, la cui economia è in grado di condizionare l’andamento delle piazze finanziarie internazionali. Il sud-est asiatico ha conosciuto una grave crisi economico-finanziaria con la svalutazione del bath (tailandese) e delle rupia (indiana). Tale crisi ha coinvolto i paesi limitrofi con un inarrestabile effetto domino. Il crollo degli scambi ha colpito anche il Giappone con la conseguente recessione dell’economia giapponese. Il contagio ha oltrepassato i confini continentali e gli effetti si sono fatti sentire anche in Europa e negli stati uniti.

Cos'è la globalizzazione: tesina

NASCITA DELLA GLOBALIZZAZIONE

Le origini    
L’origine della globalizzazione è riconducibile ai viaggi di colombo che avviò un sistema di scambi su scala planetaria a seguito dei quali l’Europa cominciò ad esercitare la propria influenza sul resto del mondo. Nel XX secolo gli stati uniti si sono sostituiti all’Europa nel ruolo di principale potenza mondiale e di diffusori del modello economico-culturale occidentale. La società si è avvalsa poi di sistemi di comunicazione efficaci per propagandare la cultura del consumo e idealizzarla. Questi processi hanno avuto un duplice effetto sull’avanzamento della globalizzazione: da un lato l’hanno intensificata e rafforzata, dall’altro hanno favorito l’occidentalizzazione del pianeta.

I fattori della globalizzazione
I principali fattori della globalizzazione sono: -l’allargamento dei mercati ottenuto grazie all’abbattimento degli ostacoli tariffari operato da organizzazioni come il NAFTA, UE, GATT e WTO. –la finanziarizzazione dell’economia: le transazioni di capitale finanziario hanno superato quelle riguardanti lo scambio di merci. La circolazione monetaria nel mondo è aumentata per effetto della crescita degli investimenti diretti esteri concentrati soprattutto nei paesi sviluppati e in espansione nei paesi in via di sviluppo. –lo sviluppo di società transnazionali: la globalizzazione è stata alimentata dalla mondializzazione delle imprese le cui attività si estendono a tutti i settori dell’economia. –un altro fattore della globalizzazione è stato la riduzione dei tempi e dei costi delle comunicazioni.