Tesina sull'emigrazione: cause e conseguenze

Appunto inviato da mipiacelatino
/5

Tesina sull'emigrazione attuale: cause e conseguenze politiche e socio-economiche (10 pagine formato doc)

TESINA SULL'EMIGRAZIONE: CAUSE E CONSEGUENZE

L'immigrazione un problema attuale.

L’immigrazione è un fenomeno che in qualche misura c’ è sempre stato. Basti ricordare le migrazioni bibliche verso e dall’ Egitto e quelle che sono state chiamate . invasioni barbariche. Nei tempi moderni si sono succedute periodicamente verso l’ America e poi all’ interno dell’ Europa alla ricerca di lavoro. Nel corso del XX secolo il flusso migratorio non si è praticamente mai arrestato, né si arresterà a breve termine. Il continuo spostamento di individui singoli, di famiglie, di intere comunità ha motivazioni molto complesse, che sono inerenti sia alla necessità di "fuga" (dovuta ad esempio a siccità, carestie, disoccupazione, mancanza di libertà religiose e politiche, oppure, molto più spesso, all'esplosione di guerre e conflitti di vario tipo), sia all'"attrazione" che alcuni paesi (e culture) esercitano sulle popolazioni di altri paesi, grazie anche alla diffusione dei mezzi di comunicazione di massa.

Tesina sull'emigrazione: cause


EMIGRAZIONE: CAUSE E CONSEGUENZE

Non sono però equamente distribuiti, visto che in Germania, Belgio e Austria raggiungono il 9 per cento; in Francia il 6,3 per cento; in Svizzera il 18 per cento; in Italia solo il 2,2 per cento.

Tra i paesi europei, la Germania è quello che dal secondo dopoguerra ha accolto in assoluto più immigrati. Stabilizzatosi, tra gli inizi degli anni Settanta alla seconda metà degli anni Ottanta, sui 4 milioni, il numero degli stranieri residenti in Germania è progressivamente cresciuto negli anni Novanta, soprattutto per gli effetti prodotti dalla crisi dei sistemi comunisti dell'Europa orientale e dei Balcani. Un'altra componente significativa dell'immigrazione tedesca è rappresentata dai turchi, che comprende anche una consistente quota di curdi, recentemente aumentata a causa delle tormentate vicende che affliggono le province del Kurdistan turco. La componente asiatica, irrisoria fino alla fine degli anni Settanta, ha avuto un sensibile incremento nell'ultimo ventennio del secolo e rappresenta oggi circa l'8% del totale degli immigrati. Sono rimaste invece pressoché costanti nel tempo le comunità italiana e spagnola costituitesi in Germania tra gli anni Cinquanta e Sessanta.

Emigrazione in Italia, dalla fine dell'800 agli inizio del 900


LE CAUSE DELL'IMMIGRAZIONE ATTUALE

Le principali cause del movimento migratorio. Oggi il fenomeno dell'emigrazione riguarda soprattutto paesi che o sono strangolati da un elevatissimo debito estero, o sono interessati da conflitti armati che rendono praticamente impossibile l'organizzazione della vita economica e sociale. Si  sono poi aggiunti i numerosi conflitti esplosi in ogni angolo del globo, che provocano enormi spostamenti di popolazione, prima dalle campagne alle città e poi verso i paesi più ricchi e stabili, in cerca sia di un rifugio sia di opportunità di lavoro. Le principali cause che spingono a lasciare il proprio paese sono:
•    Mancanza di prospettiva per il futuro.
•    Peggioramento delle condizioni di vita.
•    Cause economiche.
•    Degrado ambientale del paese di provenienza.
•    Cause demografiche.
•    Violazione dei diritti umani.
•    Aspettative di migliori condizioni di vita nel paese di destinazione.
•    Presenza di opportunità di lavoro nel paese di destinazione.
•    Minore densità demografica nel paese di destinazione.
•    E, la meno importante: curiosità e gusto per l’ avventura.

Emigrazione italiana dall'800 ad oggi: riassunto


IMMIGRAZIONE: CAUSE E CONSEGUENZE SOCIO ECONOMICHE

Le principali conseguenze del movimento migratorio. Oggigiorno, nella maggior parte dei casi, l. immigrazione non ha le stesse distruttive conseguenze sul paese ospitante. Al contrario, sono gli immigrati stessi a correre rischi. Nella storia l’ immigrazione dall’ Europa cancellò più del 90 per cento della popolazione indigena delle Americhe. In Australia gli Aborigeni furono vittime di un genocidio simile. In questo secolo, l. immigrazione degli Ebrei in Palestina ha avuto come conseguenza un destino di profughi per tre quarti della popolazione palestinese.