Regione Lazio: tesina sul clima, pianura, territorio e turismo

Appunto inviato da missvannelli
/5

Tesina di geografia sulla Regione Lazio: aspetti geografici, turistici ed economici (9 pagine formato doc)

REGIONE LAZIO: TESINA SUL CLIMA, PIANURA, TERRITORIO E TURISMO

Il Lazio.

La storia. Il nome della regione è antico, può derivare da quello dei Latini oppure indicante una grande pianura (Latus).
Fin dalla Preistoria il Lazio fu abitato da molti popoli tra cui gli Etruschi e i Latini che unificarono il territorio laziale sotto il dominio di Roma; con la conquista romana la lingua latina si diffuse in tutta la penisola e da qui, infatti, sono derivate poi le lingue neolatine.
Alla caduta dell’impero Romano d’Occidente, la regione passò sotto il controllo dell’Impero d’Oriente e ne costituì il Ducato Romano.
In seguito alla donazione Longobarda (VII° secolo d.C.) di alcuni territori laziali al Pontefice, ebbe inizio il potere temporale della Chiesa nel Lazio.
Il Lazio cadde totalmente sotto la giurisdizione papale sul finire del 400 e tale rimase fino al 1870, quando Roma, capitale dello Stato Pontificio, fu occupata dall’esercito Sabaudo e fu proclamata Capitale del Regno d’Italia.

Ricerca di geografia sulla Regione Lazio


STORIA DEL LAZIO IN BREVE

Qui nacquero tutti i ministeri e gli addetti alla Pubblica Amministrazione.
La città subì un processo di urbanizzazione che nell’arco di un secolo ha portato alla crescita demografica, rendendola la città più popolata del paese.
L’AMBIENTE FISICO
Il Lazio è una regione prevalentemente pianeggiante e le montagne costituiscono solo il 26% della superficie.
All’Appennino appartengono i Monti Reatini, i Monti Simbruini e i Monti Ernici.
Altri rilievi, diversamente distribuiti, costituiscono l’Anti Appennino Laziale; queste vette sono di origine vulcanica e nei crateri spenti di questi colli si sono formati alcuni laghi di forma circolare come il Lago di Bolsena, di Vico, ecc.

Friuli-Venezia Giulia: tesina di geografia


PIANURE DEL LAZIO

La parte pianeggiante della regione si estende tra l’Appennino e il Mar Tirreno.
Pianure come la Maremma Laziale, l’Agro Pontino e l’Agro Romano sono state bonificate in epoca fascista ed ora sono fertili e produttive.
Il Lazio si affaccia sul Mar Tirreno, le sue coste sono prevalentemente basse e sabbiose.
Fanno parte della regione anche le Isole Ponziane, situate nel Golfo di Gaeta.
Il principale fiume del Lazio è il Tevere che nasce dal Monte Fumaiolo, percorrendo la regione da nord a sud; i suoi affluenti principali sono la Nera e l’Aniene.
La costa presenta caratteri mediterranei, mentre la montagna ha inverni freddi; il resto del territorio ha delle temperature abbastanza miti.

Ricerca sulla regione Marche


TERRITORIO DEL LAZIO

La popolazione e le città principali. La popolazione del Lazio si aggira sui 5.000.000 di abitanti con una densità media di 292 ab./kmq .
Il 76% della popolazione è concentrato nella provincia di Roma, dove la densità supera i 700 ab./kmq.
ROMA.

Con 2.700.000 abitanti, Roma è il capoluogo della regione e capitale d’Italia.
Nel 1871 divenne capitale e aveva all’incirca 200.000 abitanti.
Da allora il suo sviluppo è stato continuo e la sua popolazione è aumentata più di 10 volte negli ultimi 100 anni.
Le attività prevalenti sono quelle terziarie (72%), legate alla presenza di molti uffici pubblici e privati; molto importanti sono anche il commercio ed il turismo: Roma svolge pienamente il ruolo di centro turistico e soprattutto di capitale ed è un importante punto di riferimento per i rapporti internazionali.
In questi ultimi anni Roma è diventata un centro industriale, soprattutto nei settori elettronico, informatico ed aerospaziale.
Un cenno a parte merita l’industria cinematografica, un tempo all’avanguardia, ora in crisi, ma ancora attiva.