Tesina su Cuba: storia e geografia

Appunto inviato da berto28
/5

Tesina su Cuba: storia e geografia del territorio, flora e fauna, problemi e tutela dell'ambiente, divisioni amministrative, città principali e il conflitto con gli Stati Uniti (8 pagine formato doc)

TESINA SU CUBA: STORIA E GEOGRAFIA

Cuba.

Introduzione - Cuba, stato insulare situato a sud della Florida (Stati Uniti d’America) e a est della penisola dello Yucatán (Messico). È l'isola più vasta delle Grandi Antille, tra l’oceano Atlantico e il mar dei Caraibi. Lo stato comprende l'isola principale e altre isole minori: la superficie complessiva è di 114.525 km² e l’estensione costiera è di 3.740 km; L'Avana, oltre a essere la capitale, è la maggiore città del paese.
Territorio.
Cuba ha un'estensione di circa 1225 km e di circa 80 km da nord a sud. Il territorio presenta rilievi isolati e catene collinari, interrotti da ampie pianure il cui terreno è molto fertile. Le catene principali sono la Sierra de los Organos a ovest, la Sierra di Trinidad nella parte centrale del paese (entrambe non superiori ai 1000 m di altezza) e la Sierra Maestra a sud-est, questa catena è la più importante per altitudine e dimensioni e comprende il Pico Turquino (2.005 m), la vetta più elevata del paese.

Cuba: geografia


STORIA E GEOGRAFIA DI CUBA

Tra i fiumi, di corso breve e non navigabili, il più importante è il Cauto, che attraversa la sezione sudorientale dell'isola. La costa bassa e sabbiosa, che ha un'estensione di circa 3.740 km, presenta numerosi golfi, baie e un gran numero di porti; tra questi il più importanti è quello dell'Avana.
Clima
Il clima è tropicale, con temperature minime annuali di 25 °C. La media annuale delle precipitazioni, che per il 60% cadono nella stagione umida è di circa 1.320 mm. L'isola è situata in una regione occasionalmente colpita, nei mesi di agosto, settembre e ottobre, da violenti uragani.
Flora e Fauna. Nel paese cresce una vegetazione di tipo tropicale estremamente eterogenea; ampie zone della parte orientale dell'isola sono coperte da foreste, costituite perlopiù da palme, mogani, ebani e cedri. Sono inoltre presenti estese pinete e ampie zone di savana.
L'hutia, o topo della canna, e il solenodonte, un raro insettivoro, sono gli unici due mammiferi ritenuti indigeni; sono inoltre presenti numerose specie di uccelli, tra cui l’avvoltoio, il fringuello, il gabbiano e il colibrì, oltre al pipistrello e pochi rettili, tra cui la tartaruga, il caimano e una specie di boa che può raggiungere una lunghezza di circa 4 m. Nelle acque cubane vivono oltre 700 specie di pesci e crostacei, tra i quali il granchio, lo squalo, il tonno.

Storia di Cuba: riassunto breve


CUBA: PROBLEMI E TUTELA DELL'AMBIENTE

Problemi e tutela dell’ambiente
Sebbene Cuba fosse un tempo quasi interamente boscosa, alla fine degli anni Cinquanta soltanto il 14% del paese rimaneva coperto di foreste. In seguito all'avvio di un intenso rimboschimento, tuttora in corso, questa cifra è salita al 21,4%.
La deforestazione e l'agricoltura intensiva contribuiscono all'erosione del suolo, altro problema ambientale che Cuba si trova a dover affrontare.