Ricerca TUNISIA

Appunto inviato da mikyago
/5

RICERCA COMPLETA SUL PAESE DELLE TUNISIA (7 pagine formato doc)

TUNISIA TUNISIA Repubblica (Al-Jumhuriya at Tunusiya) dell'Africa settentrionale.
Superficie: 164.150 km 2 . Popolazione: 9.586.000 abitanti. Capitale: Tunisi . Lingua: ufficiale l'arabo, assai diffuso il francese. Religione: musulmana, con minoranze di cattolici e di ebrei. Unità monetaria: dinaro tunisino. Confini: si affaccia al Mar Mediterraneo a nord e a est e confina a sud-est con la Libia e a ovest con l'Algeria . Ordinamento: Repubblica in cui la Costituzione del 1959 attribuisce poteri particolarmente estesi al presidente della Repubblica, eletto per 5 anni a suffragio universale diretto, al pari dei 163 membri dell'Assemblea nazionale, 144 dei quali appartenenti al Raggruppamento Costituzionale Democratico (erede del Partito socialista Destour). GEOGRAFIA FISICA Morfologia.
Il territorio tunisino forma il bordo orientale del Maghreb, la "balconata" mediterranea del continente africano, e in genere rappresenta la prosecuzione strutturale della vicina Algeria. La morfologia è assai varia: la sezione settentrionale è infatti attraversata da vari allineamenti montuosi d'origine cenozoica, cui succede una fascia depressionaria centrale; rilievi tabulari occupano infine il settore meridionale, sahariano, poggiante su un antichissimo zoccolo cristallino e rimasto pressoché stabile a partire dal Mesozoico (era secondaria). I rilievi settentrionali fanno parte del grande sistema dell'Atlante , che qui però ha ormai perso le asperità e le alte vette del Marocco e dell'Algeria. Orientato, secondo l'andamento proprio all'intero sistema, da sud-ovest a nord-est, l'Atlante tunisino è infatti caratterizzato da rilievi relativamente modesti, spesso inframmezzati da altopiani, da zone collinari, da ampie valli; vi si possono tuttavia distinguere due principali serie di catene divise dal solco del fiume Medjerda (o Megerda): a nord l'Atlante detto Telliano (o Tell), a sud l'Atlante Sahariano (o semplicemente Atlante). I rilievi del Tell, costituiti in prevalenza da arenarie, incombono direttamente sulla costa, determinandone il contorno vario; sono relativamente poco accessibili, spesso interrotti da scoscendimenti; particolarmente vigoroso, benché non raggiunga nemmeno i 1.000 m d'altezza, è il Massiccio della Krumiria (Khroumirie), che occupa l'estremità nord-occidentale del Paese, dove si raccorda ai monti algerini della Medjerda. Il versante interno del Tell scende alla vasta depressione formata dalla valle della Medjerda, ricoperta da sedimenti per lo più del Cretaceo (era mesozoica); s'innalza poi la sezione tunisina dell'Atlante, o Dorsale Tunisina, prosecuzione del Gruppo algerino della Tébessa; si tratta di catene ancora più discontinue di quelle telliane, poiché gli agenti esogeni hanno eroso con maggior facilità e profondamente le rocce in prevalenza calcaree, riducendole talora a rilievi tabulari che improvvise scarpate (kalaat) delimitano. L'altitudine media della catena non è elevata, anche se in essa si trova la massima cima del Paese, il