Toscana: tesina di geografia

Appunto inviato da gabrye
/5

Tesina di geografia sul territorio della Toscana (7 pagine formato doc)

TOSCANA: TESINA DI GEOGRAFIA

Toscana.

Aspetto fisico-ambientale. La Toscana è una regione dell’Italia centrale e si affaccia sul Mar Tirreno a ovest, confina con la Liguria a nord- ovest, con l’Emilia Romagna a nord, con le Marche e l’Umbria a est e con il Lazio a sud.
A questa regione appartiene l’Arcipelago Toscano che comprende: l’isola d’Elba (terza isola italiana per superficie dopo la Sicilia e la Sardegna) famosa per i suoi giacimenti di minerali; Gorgona, Capraia, Pianosa, Montecristo, Giglio, Giannutri.
La Toscana si estende per 22.997 Kmq.

La Toscana: tesina di geografia


TESINA SULLA TOSCANA

La Toscana ha la forma di un grande triangolo; gran parte del territorio è occupato da colline (66.5 %), il 25% da montagne e il rimanente 8,5 % da pianure; la Toscana quindi è una tipica regione collinare come lo sono, in genere, le altre regioni dell’Italia centrale.
L’Appennino Tosco-Emiliano, che separa la Toscana dall’Emilia Romagna, costituisce il sistema montuoso più importante della regione. Le vette dell’Appennino Tosco Emiliano non superano i 2000 metri di altezza (Corno alle Scale 1945m, M.

Falterona 1654m da cui nasce il fiume Arno ). Altri rilievi, facenti parti del cosiddetto Antiappennino sono rappresentati dalle Alpi Apuane (poste fra la Garfagnana e il mare), dai monti del Chianti, dalle colline Metallifere e dal massiccio di Pratomagno. Di origine vulcanica è il rilievo più meridionale: il Monte Amiata (1738 m).
Le pianure sono poco estese e sono situate nei fondi valle e lungo la costa (Maremma). Nell’interno, al confine con l’Umbria, si estende la Val di Chiana che, come la Maremma, un tempo paludosa è stata bonificata dai Granduchi Lorena, poi c’è il Valdarno la vallata che si estende lungo il corso dell’Arno.

Turismo in Toscana: riassunto


TOSCANA: TESINA

Il mare che bagna la Toscana è il Mar Tirreno. Le coste della regione si estendono per quasi 600 Km e la maggior parte di esse sono basse e sabbiose, alte e rocciose invece in corrispondenza dei promontori.
I porti principali sono: Livorno, Piombino e Portoferraio (nell’isola d’Elba).
I fiumi toscani hanno portata irregolare (vengono alimentati da piogge), regime torrentizio e generalmente percorsi molto tortuosi perché devono adattare il loro corso al territori che attraversano. I più importanti sono: Arno (con gli affluenti: Sieve, Elsa, Era, Ombrone pistoiese, Arbia, Pesa, Pescia) Ombrone, Cecina, Cornia, Albegna, Serchio, Magra, Fiora; la Toscana è percorsa anche per un breve tratto dal corso del fiume Tevere che nasce dal monte Fumaiolo.
La Toscana non ha molti laghi di grandi dimensioni, quelli più importanti sono: il lago di Massaciuccoli, quello di Chiusi e quello di Montepulciano.