Tesina di geografia sull'India

Appunto inviato da ikalavigne
/5

India, geografia: tesina sul continente indiano con riferimenti alla politica, alla popolazione, al territorio, al clima, ai fiumi, alla lingua, all'agricoltura, all'economia e alla religione (7 pagine formato doc)

TESINA DI GEOGRAFIA SULL'INDIA

India: tesina di geografia.

Un “subcontinente”. L’ India è uno Stato, ma è anche una regione geografica che è stata definita un «subcontinente» per la sua vastità, la quantità della popolazione e per la sua omogeneità fisica.
La popolazione del subcontinente indiano è di circa un miliardo e 250 milioni di abitanti (il 25% dell'intera popolazione mondiale), distribuiti su 4 milioni e mezzo di km2.

Il subcontinente indiano non è stato mai interamente unito politicamente, se non sotto la dominazione britannica.
Oggi esso comprende molti stati: l'unione Indiana, il Pakistan, il Bangladesh, lo Sri Lanka (Ceylon), gli stati himalayani (Nepal, Bhutan) e le isole Maldive.

Tesina sull'India


INDIA: TERRITORIO

Il territorio. La regione indiana corrisponde ad una zolla che circa 50 milioni di anni fa si incontrò con la massa continentale asiatica; dal loro urto si formarono le più vaste e le più elevate catene montuose del mondo: il Karakorum e l'Himalaya.
In esso si possono distinguere quattro grandi regioni:
o    A nord, un grande arco montuoso, al cui centro si trovano le catene del Karakorum e dell'Himalaya. Queste montagne essendosi formate recentemente hanno vette aguzze, pareti verticali, rupi scoscese, forme varie e movimentate.
o    Subito a sud di questo gigantesco anfiteatro montuoso, un'enorme pianura chiamata Indogangetica, formata dai sedimenti dell'Indo, del Gange e del Brahmaputra e di altri fiumi minori.
o    Ancora più a sud, una penisola a forma di triangolo isoscele, il Deccan, un grande altopiano di rocce antiche, chiuso sui due lati da due catene di montagne, i Ghati. Le forme del rilievo hanno poche ondulazioni, forme arrotondate e monotone, infatti sono di origine più antiche.
o    Infine, una serie di pianure costiere, estese soprattutto a est, formate dalle alluvioni dei fiumi che hanno eroso i Ghati.

Tesina di maturità su Gandhi e l'India


INDIA: I FIUMI

I fiumi. I maggiori fiumi del subcontinente sono quelli che hanno dato vita alla piana indogangetica:
o    L'lndo (3200 km) nasce al di là dell'Himalaya (in territorio cinese) e compie un lungo percorso verso nordovest, passando ai piedi del Karakorum. Giunto in pianura, quattro grandi affluenti arricchiscono la sue acque. L'Indo e i suoi affluenti rendono qui possibile una ricca agricoltura. Più a sud, invece, giunto in una regione bassa e arida, il fiume s'impoverisce e forma paludi, per riprendere poi vigore e gettarsi nel mare in un ampio delta.
o    Il Gange (2700 km) nasce dall'Himalaya, numerosi affluenti e le abbondanti piogge estive aumentano la sua portata. Prima di gettarsi nel mare, il Gange unisce le sue acque a quelle del Brahmaputra, e con esso forma un gigantesco delta.
o    Il Brahmaputra (2900 km) nasce nell'altopiano tibetano in Cina.

Riassunto di geografia sull'India


INDIA: CLIMA

Il clima. Sulle terre che si stendono attorno al Tropico del Cancro c'è una successione pressoché ininterrotta di deserti, che vanno dal Sahara alle regioni meridionali dell'lran.La regione indiana non presenta particolari deserti per due ragioni. La prima è rappresentata dai grandi fiumi, che portano a sud le acque di scioglimento delle nevi e dei ghiacci himalayani. La seconda è rappresentata dai monsoni. Le stagioni infatti sono due e si differenziano per la piovosità: una stagione secca, una umida.