L origine delle Dolomiti

Appunto inviato da giangisuper
/5

Tesina d esame sulle origine delle Dolomiti (4 pagine formato doc)

La Regione Dolomitica è abitata da popolazioni che parlano tre differenti idiomi; il tedesco nella parte settentrionale e nordoccidentale , l’italiano in tutta la zone meridionale e orientale e il ladino nell’area centrale corrispondente alle valli ladine di Fassa, Badia, Gardena, Livinallongo (Fodom)-Colle S.Lucia (Col) e d’Ampezzo (Anpezo).

La definizione geografica di Regione Dolomitica è piuttosto ampia e comprende aree che dal punto di vista geologico hanno poco a che fare con quelle caratterizzate dalla presenza delle rocce dolomitiche vere e proprie. D’altro canto vi sono ampie zone dolomitiche che però non vengono fatte rientrare nelle cosiddette Dolomiti, per citarne alcune: il Gruppo del Brenta (Dolomiti del Brenta), le Alpi Giulie ecc.ecc.
La regione che per prima ha ricevuto il nome di Dolomiti ha i seguenti confini:
•    A nord la Val Pusteria (Pustertal), da rio Pusteria a S.
Candido (Innichen);
•    A ovest le Valli dell’Isarco e dell’Adige, da Bressanone (Brixen) fino a Trento;
•    A est la Val di Sesto (Sexten), la Val Padola fino a S. Stefano di Cadore e poi la Valle del Piave fino a Longarone e Ponte nelle Alpi;
•    A sud il limite è più incerto. Alcuni lo indicano con i limiti della Valsugana e il Vallone Bellunese (da Fonzaso a Feltre), altri con la Linea della Valsugana ( più arretrata rispetto alla valle), Agordo e Pieve di Cadore, escludendo cosi il gruppo delle Vette Feltrine e i Monti del Sole.