Apple: tesina maturità

Appunto inviato da violone92
/5

Tesina di maturità sulla storia dell'Apple, Steve Jobs e la storia dei computer (6 pagine formato doc)

APPLE: TESINA MATURITA'

Tesina D’esame.

Tema Principale: La Grande Mela di Cupertino
Cupertino è una cittadina americana situata a nord di San Francisco, in California, Sillicon Valley. Ma cosa centra la famosa Big Apple di New York con Cupertino? Assolutamente nulla, la Grande Mela di Cupertino sta per l’azienda Apple Computer, o inc. come è solito chiamarla; ma per raccontare dettagliatamente la sua evoluzione fino ai giorni nostri, bisogna prima fare un passo indietro, ricapitolando la storia del computer dalle sue origini, e fermarci all’Aprile del 1976, data in cui venne presentato il mitico Apple I, per poi proseguire al racconto della fantastica azienda di Cupertino, la Apple di Steve Jobs.

Steve Jobs e l'Apple: tesina maturità

TESINA MATURITA' SU STEVE JOBS

Dalla preistoria del computer al 1976…
Oltre all’Abaco, noto già agli egizi, i calcolatori in grado di svolgere banali operazioni matematiche furono costruiti già dagli inizi dell’Ottocento.
I primi computer, con un’unità di memoria e di calcolo però, furono possibili solo dagli anni trenta grazie a Charles Babbage che sviluppò la Macchina Analitica; e solo dopo 10 anni vennero scritti i primi programmi della storia dei computer.
L’algebra booleana fu invece introdotta da George Boole, che inventò il sistema binario utilizzato tutt’ora dai nostri computer, smartphone, e qualsiasi altro dispositivo elettronico “intelligente”.

La scoperta Boole, diede il via alla costruzione di calcolatori automatici, i primi a svilupparne uno furono gli Stati Uniti per dei progetti di tecnologia militare. Successivamente lo statunitense Herman Hollerith, brevettò l’uso da parte di computer di schede perforate, e fondò la Tabulating Machine Company, che successivamente fu rinominata con l’acronimo IBM(International Buisness Machine Company).

Il discorso di Steve Jobs: riassunto

TESINA STEVE JOBS INFORMATICA

Durante la seconda guerra mondiale, temendo un attacco da parte dei tedeschi, in Polonia venne costruito, dal matematico Marian Rejeswki il calcolatore “Bomba”, che aveva il compito di decriptare messaggi tedeschi inviati da un altro dal nome “Enigma”.
Ma il vero passo in avanti si ebbe solo negli anni quaranta del novecento, quando Konrad Zuse sviluppò lo Z1; una macchina dalla struttura analoga a quella dei computer quasi attuali, basata su sistema binario funzionante a velocità di Clock di un Hertz (cioè di segnale periodico ad onda quadra, quindi velocità del microprocessore misurata in Hertz), generata da un  piccolo motore ad elettricità.
I computer poi si evolsero ancora, con: l’invenzione di ENIAC, il computer che intercettava le telecomunicazioni durante la guerra fredda, il primo simulatore di volo, CEP prima calcolatrice elettronica italiana, PDP-1 con uno schermo a tubo catodico, la nascita dei “microcomputer da casa”, ecc...

Dopo l’invenzione di computer abbastanza piccoli da esser tenuti a casa, vi è il primo Personal Computer Italiano, e successivamente la nascita di Microsoft fondata da due studenti programmatori di Harvard: Paul Allen e Bill Gates.
Agli albori dell’azienda software Micro-Soft, venne presentato da Allen e Gates il primo linguaggio di programmazione per Personal Computer.