L'uomo e la ricerca: tesina di maturità

Appunto inviato da rossellita
/5

Percorso sul tema dell'instancabile ricerca dell'uomo nel suo infinito tendere, ma ciò genera il lui un perenne senso di insoddisfazione ed incontentabilità (17 pagine formato doc)

L'UOMO E LA RICERCA: TESINA MATURITA'

L’uomo: un instancabile esploratore.
La vita dell’uomo è una perenne ricerca verso “Qualcosa” nel tentativo di raggiungere un obiettivo.

Quello dell’uomo è infatti un infinito tendere, ma ciò genera il lui un perenne senso di insoddisfazione ed incontentabilità. L'insoddisfatto insegue un sogno, coltiva un desiderio per raggiungere la meta agognata ma quando miracolosamente riesce a realizzarlo, la tensione in lui scema e finisce per trasformarsi in una nuova tensione verso altri obiettivi, ancor più irraggiungibili, facendo crescere in lui un senso di insoddisfazione motivata dal fatto di non riuscire a possedere mai quello che gli manca. Una persona dunque finisce per non godere davvero mai di nulla.
Prendendo spunto da una poesia di Trilussa, intitolata “L’incontentabilità”,  ho esaminato proprio il senso di eterna insoddisfazione dell’uomo che non si accontenta mai e che mira sempre a conquistare ciò che gli manca.

L'uomo e la scienza: tesina maturità

 

RAPPORTO UOMO SOCIETA'

L’INCONTENTABILITA
Dio prese il fango dal pantano
modellò un pupazzo e gli soffiò sul viso.
Il pupazzo si mosse all’improvviso
e venne fuori subito l’uomo
che aprì gli occhi e si trovò nel mondo
come uno che si svegli da un gran sonno.
– Quello che vedi è tuo — gli disse Dio –
e lo potrai sfruttare come ti pare:
ti dò tutta la Terra e tutto il Mare,
meno che il Cielo, perché quello è mio…
– Peccato! — disse Adamo — È tanto bello…
Perché non mi regali anche quello?
L’eterna insoddisfazione condanna l’uomo all’infelicità.

Chi ha già tanto, vuole sempre di più. Non si accontenta mai. Chi ha poco spesso è felice di quello che ha. Anche se Dio avesse dato all’uomo il cielo, non gli sarebbe bastato.
La  è comunque la condizione esistenziale dell’uomo ed ha anche risvolti positivi: è infatti grazie a questa costante tensione verso quel che non abbiamo ancora fatto o che non abbiamo ancora ottenuto che diamo un senso alla nostra esistenza, mettiamo alla prova le nostre capacità, tendiamo il nostro corpo e la nostra mente sino ai loro limiti. La ricerca è infinita come lo sono gli obiettivi che tendono verso la felicità umana.

L'uomo e il nulla: tesina di maturità

 

TESINA MATURITA'

- RICERCA DEL SENSO DELLA VITA INGLESE:
Samuel Beckett: Waiting for Godot.
Waiting for Godot, Samuel Beckett, is a tragicomedy that is a metaphor of the absurdity of life and it symbolizes the search for the meaning of life. It shows two characters, Vladimir and Estragon, two human beings perpetually concerned with questions about the nature of the self, world and God. They are complementary since they are different aspects of a single whole (Vladimir > mind; Estragon> body) so both men support each other. They wait endlessly and in vain for the arrival of someone named Godot, that symbolize the hope, in which they believe for continue their life. It reminds to the idea of Got, who can give a sense to men’s life. The protagonists are in the middle of nowhere for someone who could solve their problems but who never comes; they pass the time in aimless talk. Their repetitive ritual of gestures and actions exemplifies the meaninglessness of human life.
No development in time: there seems to be no past or future, just a repetitive meaningless present.
No setting but a country road and a bare tree, which stand for the inner world of the characters.
No action since the only situation described is that of waiting;
No dialogue in the conventional sense, because their conversation are based on meaningless exchanges as to prove the lack of communication between men.